Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

venerdì 23 settembre 2011


Il compagno gay non può stare da solo con i figli di suo marito. E’ questa l’ordinanza restrittiva shock emessa dal Tribunale di Houston, nel Texas, che sta provocando molte polemiche. La coppia omosessuale ha già deciso che presenterà appello contro la decisione della magistratura locale, che non riconosce i diritti dei gay a differenza di altri Stati americani. Nel Texas solo fino a pochi anni era in vigore una legge che rendeva penalmente perseguibile la sodomia.

William Flowers e  Jim Evans sono una coppia gay che si è sposata recentemente in Connecticut, Stato che ha introdotto le nozze omosessuali, ma che vive in Texas. Entrambi hanno avuto figli dai loro precedenti matrimoni, e tutte e due hanno la possibilità di incontrarli. La moglie di Flowers, però, ha chiesto un’ordinanza restrittiva secondo la quale il compagno del marito Jim non potrebbe stare da solo con i figli. Il divorzio della famiglia Flowers si era verificato nel 2004, e da allora si è verificata una guerra legale culminata nella sentenza. Secondo il giudice Charley Prine i bambini, quando sono in compagnia del padre, possono essere lasciati da soli solo in compagnia di un parente sanguigno.

Jim Evans è sposato con William Flowers, ma la materia matrimoniale è di competenza esclusiva degli Stati negli Usa. Il Texas vieta il riconoscimento delle nozze omosessuali, e quindi Jim, pur essendo il marito di William, è giuridicamente un estraneo. La coppia ha deciso di presentare immediatamente ricorso, anche perchè nella loro famiglia la presenza dei figli delle precedenti unioni è sempre stata una costante, e mai prima d’ora si era verificato un simile problema. Le associazioni LGBT hanno protestato in modo vocale contro la decisione della magistratura, promettendo aiuto anche giurisprudenziale alla coppia texana.

fonte



Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi