Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

venerdì 16 settembre 2011


Austria AUSTRIA

Ventidue culti sono riconosciuti dalla legge, accedendo così a vantaggi di tipo fiscale: essi riscuotono delle imposte direttamente dai loro fedeli. I rapporti con la Chiesa cattolica sono disciplinati da un Concordato.

Belgio BELGIO

Sei culti sono riconosciuti per legge: fruiscono dell’esenzione dall’imposta sugli immobili, e i loro ministri sono stipendiati dallo Stato. Le associazioni umanistiche, ai sensi dell’articolo 181 della Costituzione sono equiparate alle religioni, per cui i loro esponenti sono stipendiati, danno assistenza negli ospedali e insegnano etica nelle scuole. L’ora di religione e l’ora di etica sono alternative ed entrambe non obbligatorie. L’unico matrimonio ammesso è quello civile, mentre quello religioso è privo di qualunque efficacia legale ed obbligatoriamente successivo a quello civile. Per tutta la popolazione il giorno di riposo settimanale è la domenica, senza alcuna eccezione. Il 16 maggio 2002 è stata approvata una nuova legge che legalizza l’eutanasia.
Il 31 gennaio 2003 è stata approvata una legge che autorizza il matrimonio tra persone dello stesso sesso.
Il 24 aprile 2006 è stata approvata una legge che permette alle coppie omosessuali di adottare bambini.


Danimarca DANIMARCA

Il Sovrano deve costituzionalmente far parte della Chiesa Nazionale danese (luterana). Il clero luterano è stipendiato per il 40% dallo stato, che si sobbarca anche i costi di formazione. Vi è un’imposta ecclesiastica a carico dei soli fedeli luterani a beneficio della stessa Chiesa, che gode anche dell’esenzione dall’imposta sugli immobili. L’ora di religione nelle scuole è anch’essa impartita dai ministri della Chiesa Nazionale: si può esserne dispensati qualora i genitori garantiscano un loro personale impegno pedagogico alternativo. L’insegnamento è neutro dal punto di vista confessionale. L’emittente pubblica radiofonica trasmette giornalmente la funzione che si svolge nella principale cattedrale del Paese. Le coppie gay sono riconosciute attraverso una “registrazione di partnership” con valore legale. Nel 2006 l’inseminazione artificiale è stata estesa a single e lesbiche.

Finlandia FINLANDIA

La carica di presidente della Repubblica non prevede la necessità di appartenenza a una religione. L’attuale presidentessa si è fatta depennare dai registri parrocchiali e oggi risulta non appartenere ad alcuna religione. Alla Chiesa finlandese (luterana) si affianca, quasi con gli stessi diritti, la chiesa ortodossa. Nelle scuole è previsto un insegnamento di etica alternativo a quello della religione. Il cambio di religione passa attraverso una procedura burocratica gestita dall’ufficiale di stato civile. I parroci vengono pagati dalle comunità religiose, i vescovi (sia gli stipendi che le pensioni) dallo Stato.

Francia FRANCIA

È la nazione dove, storicamente, la netta separazione tra Stato e Chiesa ha rappresentato un esempio anche per altre nazioni. La Costituzione prevede espressamente la forma laica dello stato: negli edifici pubblici è possibile indossare simboli religiosi (crocifissi o hijiab) solo se non assumono un carattere rivendicativo, mentre è vietata espressamente (articolo 28) l’esposizione di simboli o emblemi religiosi su monumenti e in spazi pubblici, ad eccezione di luoghi di culto, cimiteri, musei, ecc. Non esiste alcun finanziamento per nessuna chiesa, né insegnamento religioso scolastico. Gli edifici di culto cattolici sono di proprietà dello stato, che provvede alla loro manutenzione: il Code général des impôts prevede l’esonero della tassa fondiaria per i luoghi di culto, a beneficio delle associazioni cultuali. L’unico matrimonio ammesso è quello civile, mentre quello religioso è privo di qualunque efficacia legale ed obbligatoriamente successivo a quello civile: il sacerdote che celebra il rito precedentemente è punibile. Per tutta la popolazione il giorno di riposo settimanale è la domenica, senza alcuna eccezione. Le scuole private possono stipulare accordi con la pubblica amministrazione, ricevendone finanziamenti ma accettando di sottoporsi a specifiche forme di controllo. Il 13 ottobre 1999 il Parlamento francese ha approvato il PACS (patto civile di solidarietà) che riconosce e regola le coppie di fatto (sia eterosessuali che omosessuali).

Germania GERMANIA

I diritti dei gruppi atei sono riconosciuti direttamente dalla Costituzione (articolo 137: «alle associazioni religiose vengono equiparate quelle associazioni che perseguono il fine di coltivare in comune un’ideologia filosofica»). Le Chiese, invece, possono imporre ai propri fedeli un tributo obbligatorio (anche del 9% dell’imposta), alla cui riscossione provvede lo stato. L’unico matrimonio ammesso è quello civile, mentre quello religioso è privo di qualunque efficacia legale ed obbligatoriamente successivo a quello civile: il sacerdote che celebra il rito precedentemente è punibile. I rapporti con la Chiesa cattolica sono disciplinati da un Concordato. Il 17 luglio 2002 una sentenza emessa dalla Corte costituzionale federale di Karlsruhe ha sancito la costituzionalità della Legge sull’Unione per la Vita, regolamentante anche le unioni gay che, una volta registrate davanti ad un ufficiale civile, godranno di diritti e doveri identici alle coppie eterosessuali.

Grecia GRECIA

Il Presidente delle Repubblica deve giurare in nome della Santissima Trinità, invocata nel preambolo della Costituzione, che statuisce anche la «predominanza» della Chiesa ortodossa. Non è possibile aprire edifici di culto alle religioni diverse da quella ortodossa senza il preventivo consenso di quest’ultima, né fare proselitismo. L’insegnamento religioso nelle scuole è limitato alle elementari e di competenza della gerarchia ortodossa. In tema di finanziamento statale, tutto il clero ortodosso è stipendiato dallo stato che gestisce anche gli edifici di culto, trattenendosi però il 35 per cento degli introiti delle parrocchie. La decisione del governo di far scomparire l’indicazione della fede sulle carta d’identità ha provocato la reazione della Chiesa nazionale.

Irlanda IRLANDA

Nel preambolo della Costituzione si specifica che il testo è emanato nel nome della Santissima Trinità. Il giuramento che deve prestare il Presidente impedisce a un ateo o a un agnostico di accedere alla carica. Lo stato non finanzia la Chiesa cattolica, tuttavia garantisce l’esenzione delle imposte sugli immobili. L’insegnamento confessionale è garantito durante l’orario delle lezioni scolastiche. L’interruzione di gravidanza è ancora vietata.

Lussemburgo LUSSEMBURGO

Vi sono tre culti riconosciuti, i cui ministri sono stipendiati dallo Stato. Nelle scuole pubbliche vi sono, in alternativa, lezioni di etica oppure di religione (cattolica). L’unico matrimonio ammesso è quello civile, mentre quello religioso è privo di qualunque efficacia legale ed obbligatoriamente successivo a quello civile.

Paesi Bassi PAESI BASSI

Lo Stato non finanzia alcuna chiesa: vantaggi fiscali sono previsti solo per associazioni religiose, la sola forma di finanziamento è lo stipendio, totale o parziale dei cappellani. La nuova Costituzione del 1983 equipara le convinzioni religiose e quelle non religiose. La possibilità di obiettare al riposo domenicale è estesa a tutti i cittadini. L’unico matrimonio ammesso è quello civile, mentre quello religioso è privo di qualunque efficacia legale ed obbligatoriamente successivo a quello civile. I consiglieri della Lega Umanista possono prestare assistenza nelle strutture obbliganti. Le coppie gay, già riconosciute attraverso una «registrazione di partnership» con valore legale, con un provvedimento del dicembre 2000 possono addirittura sposarsi. Recentemente è stata legalizzata anche l’eutanasia: tre europarlamentari hanno altresì richiesto la chiusura dell’ambasciata dei Paesi Bassi in Vaticano.

Portogallo PORTOGALLO

I rapporti con la Chiesa cattolica sono disciplinati da un Concordato, non menzionato all’interno della Costituzione. Lo stato non finanzia alcuna chiesa, tuttavia garantisce l’esenzione delle imposte sugli immobili. L’aborto è punito con la detenzione (dopo il referendum tenutosi all’inizio del 2007, il governo ha deciso di presentare un progetto per la sua depenalizzazione).

Regno Unito REGNO UNITO

La Chiesa ufficiale è quella anglicana, a capo della quale sta il sovrano (anglicano anch’esso): quest’ultimo deve anche essere formalmente membro della chiesa presbiteriana scozzese. Nelle scuole vi è un insegnamento religioso genericamente cristiano, con modalità concordate localmente: è permesso non avvalersene. Lo Stato non finanzia alcuna chiesa, tuttavia garantisce l’esenzione delle imposte sugli immobili. La bestemmia è punita solo nei confronti della religione cristiana. È possibile astenersi dal lavoro nel giorno statuito dalla propria religione se non provoca conflitti e/o obblighi da parte degli altri colleghi. Ai fedeli sikh sono state concesse delle specifiche deroghe per utilizzare il turbante in luogo del casco e degli elmetti protettivi. Dal dicembre 2005 le coppie gay possono unirsi civilmente con un contratto del tutto simile a quello previsto per il matrimonio delle coppie eterosessuali. Alle coppie gay è stata anche estesa la possibilità di adottare bambini.

Spagna SPAGNA

Una normativa estremamente simile a quella italiana. I rapporti con la Chiesa cattolica sono disciplinati da un Concordato. Analogamente all’Italia, è possibile devolvere alle Chiese una parte del gettito fiscale. Un accordo del settembre 2006 ha portato tale prelievo al 7 per mille; tuttavia, solo chi indica espressamente di voler devolvere una parte del gettito alla Chiesa viene effettivamente tassato. La Chiesa pagherà inoltre l’IVA sulle transazioni immobiliari. Il matrimonio può essere dichiarato nullo anche dalla Chiesa cattolica con effetti civili. L’insegnamento della religione è facoltativo ed esercitato da professori selezionati dalla struttura ecclesiastica. Il Governo Zapatero, in sella dal 2004, ha preannunciato un’ampia manovra per laicizzare le istituzioni. Dal luglio 2005 il matrimonio gay è legge.

Svezia SVEZIA

Dopo quasi cinque secoli in cui la chiesa luterana è stata un organo del governo, il 1° gennaio 2000 si è passati a un regime di separazione. Conseguentemente i vescovi non sono più scelti dal governo e la chiesa non riceve più fondi dal gettito fiscale dello Stato. Il sovrano deve professare la religione nazionale. Le coppie gay sono riconosciute attraverso una «registrazione di partnership» con valore legale e, da ottobre 2003, possono anche adottare.

fonte: UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti)





Condividi su Facebook

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Norvegia?

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi