*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 12 settembre 2011

La "stangata invisibile" IVA al 21%: aumenterà tutto, seppur di poco


Iva al 21%: nuova stangata per le famiglie italianeBollette elettriche, giocattoli, televisori, auto e moto, abbigliamento e calzature, caffe', vino e cioccolato, pacchetti vacanze e una serie di servizi, dalle riparazioni dell'idraulico al taglio del parrucchiere. Sono i protagonisti dell'aumento dell'Iva dal 20 al 21% deciso in extremis dal governo. Il Codacons ha calcolato un aumento di 290 euro l'anno, che salirebbero fino a 385 euro per una famiglia di 4 persone.
È su una lunga lista di prodotti e servizi che va a pesare l’aumento di un punto dell’aliquota ordinaria Iva del 20% deciso dal vertice di maggioranza a Palazzo Grazioli nell’ambito delle misure contenute nella manovra economica. Molte voci riguardano le spese per la casa, detersivi per pulire compresi, anche il turismo viene toccato con la previsione di un aumento per stabilimenti balneari e pacchetti vacanza.
La scelta impopolare almeno porterà nelle casse dello Stato tra i 4 e i 5 miliardi all'anno. E avrà un impatto sui prezzi dello 0,8%. In teoria. In pratica i timori delle associazioni dei consumatori è un aumento indiscriminato dei prezzi. Con conseguente penalizzazione dei consumi, già in sofferenza per la crisi prolungata che ormai si sta facendo sentire sulle famiglie. Per il presidente del Codacons Carlo Rienzi «il rialzo porterà a un aumento di tutti i prodotti indistintamente perché l'Iva viene scaricata sui consumatori. Saremo destinati a veder salire anche l'inflazione». Per il Codacons la decisione di aumentare l’Iva è «da irresponsabili» e va a a colpire anche le famiglie più povere.



Condividi su Facebook

Nome

Email *

Messaggio *