Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

martedì 20 settembre 2011

TV spazzaturaTutti gli esseri umani subiscono un costante ed inconsapevole lavaggio del cervello sin da piccoli, con conseguenze devastanti sia per il singolo che la collettività .Il lavaggio del cervello determina il modo di pensare ed il modo di agire di una persona.
Basti pensare che una persona senza lavaggio del cervello sarebbe una persona completamente diversa, sicuramente migliore.
A causa del lavaggio del cervello sono morte e continuano a morire moltissime persone, le persone basano la loro vita su valori inesistenti, ci sono comportamenti assurdi, accadono molte ingiustizie, si diventa infelici, ci si discosta dalla realtà e dalla verità, ecc.
Una delle principali fonti di lavaggio del cervello sono i mass-media: la televisione, la radio, i giornali, le riviste, internet.
All'atto pratico, le persone usano i mezzi dei mass-media per acquisire informazioni su cui si baserà il modo di pensare e di agire. Tuttavia, i mezzi dei mass-media sono dei veicoli che diffondono in continuazione molte informazioni false o di parte, in modo da far sì che una persona sia pesantemente influenzate da cose che non sono vere o da cose che vengono fatte passare come giuste quando non lo sono.


Infatti, nei mass-media quasi sempre l'informazione viene data dal punto di vista soggettivo di una persona o più persone, che costruiscono una data informazione da trasmettere al pubblico secondo il proprio modo di pensare.
Senza contare che in moltissimi casi certe informazioni non vengono date o vengono distorte per non far torto a potenti, e quindi per non metterseli contro.
Inoltre, l'effetto nei mass-media è a catena, in modo che le stesse persone che sono dietro ai mass-media vengono influenzate dalla disinformazione creata dai mass-media, creando a loro volta un informazione ancora più distorta.
Primo esempio: se chi redige una inchiesta sugli UFO è convinto che essi non esistono, allora un'intera inchiesta sugli UFO verrà costruita e presentata in modo da dimostrare direttamente o indirettamente che gli UFO non esistono, indipendente da quella che è la verità.
Secondo esempio: se chi dà un'informazione politica patteggia per una parte, allora l'informazione conterrà quante più informazioni positive sul partito polito preferito e quante più informazioni negative sul partito avversario, con l'aggiunta dell'uso di sotterfugi per distorcere ulteriormente l'informazione.
Terzo esempio: se chi dà un'informazione su un avvenimento di guerra ha un'antipatia verso una delle parti in guerra, allora verranno esaltati gli atti negativi compiuti dalla parte in guerra verso cui si nutre l'antipatia, mentre saranno minimizzati gli atti negativi dell'altra parte in guerra.
Quarto esempio: se un informazione va ad infangare una fonte di potere ancora esistente, allora questa informazione non verrà data o verrà minimizzata al massimo, come ad esempio le informazioni contro il Comunismo o contro la Chiesa.
Quinto esempio: se chi divulga un informazione ha in simpatia o in antipatia una parte coinvolta dall'informazione, allora si verificherà una distorsione dell'informazione nelle modalità già evidenziate negli esempi precedenti.
Sesto esempio: se una o più persone nei mass-media credono o decidono che una cosa o un comportamento è giusto o sbagliato, allora verranno date informazioni tali da far credere al pubblico che quella cosa o quel comportamento è giusto o sbagliato.
Un'altra fonte di lavaggio del cervello è la religione. Sin da piccoli viene imposto alle persone di credere a molte cose inverosimili senza fornire la minima prova concreta, ed imponendo di obbedire ad una lunga serie di concetti religiosi.
Tutto ciò ha conseguenze devastanti, poiché la religione spesso immette dei concetti fondamentali alla base di un individuo, e ciò ovviamente genera molti comportamenti assurdi nelle persone.
Il processo di condizionamento mentale della religione avviene sin da piccoli, perché da adulti la capacità di pensare con la propria testa potrebbe rendere il processo molto più difficile.
Primo esempio: praticamente nessuno mette in dubbio l'esistenza di Dio e dell'anima, nonostante non esista l'ombra di una prova concreta a supporto della loro esistenza.
Secondo esempio: molte persone credono in molte prediche e preghiere, nonostante queste siano completamente al di fuori della realtà, perché presuppongono un mondo dove divinità intervengono sempre, quando in vece non se ne vede nemmeno l'ombra nel mondo reale.
Terzo esempio: molte persone sono disposte a fare sacrifici o addirittura a morire a causa della religione.
Un'altra fonte di lavaggio del cervello è la società: la famiglia, gli amici, gli estranei e la scuola.
La famiglia fa in modo che cresciamo secondo i dettami della famiglia stessa, inserendo nella mente di una persona tutti il modo di pensare e di vedere il mondo di una famiglia, che ovviamente non è detto che sia giusto. Inoltre, la famiglia è una grande fonte di informazioni per una persona, e non è detto che tali informazioni siano corrette.
Gli amici condizionano una persona molto pesantemente, sopratutto perché ci si lascia condizionare dagli amici per farsi accettare da loro.
Anche gli amici sono una grande fonte di informazioni, ma non è detto che tali informazioni siano corrette. Lo stesso discorso vale per gli estranei, perché una persona non solo impara da loro, ma cerca anche di farsi accettare e quindi di seguire le regole che gli altri seguono.
La scuola impone direttamente ad un individuo un modo di pensare ed una serie di informazioni, e non è detto che tutto ciò sia positivo, sopratutto perché la scuola impone determinate informazioni e determinati modi di pensare che hanno deciso delle persone, e quindi si finisce anche qui per subire una grande influenza da terzi.
Tutti queste fonti di lavaggio del cervello annientano la personalità di una persona, e la sostituiscono con una dettata dalla società e dai mass-media.
In questo modo si crea un modo di pensare che impedisce di vedere la realtà e che predispone la persona a farsi condizionare dalla società e dai mass-media.
Purtroppo il processo di lavaggio del cervello inizia sin da piccoli, approfittando della debolezza mentale di un essere umano giovane e rendendo così vulnerabile a vita l'essere umano agli attacchi esterni di lavaggio del cervello.
Non vi è alcun dubbio che una persona sarebbe molto più forte, migliore e felice se non ricevesse tutti quei lavaggi del cervello dalla società, dalla religione e dai mass-media.
E non vi è dubbio che una persona senza condizionamento mentale saprebbe vedere la realtà vera e non quella fittizia a cui i mass-media, la religione e la società vogliono farci credere.



Condividi su Facebook

2 commenti:

ornebarbi ha detto...

Vabbè in questo articolo si è stati un po' esagerati sul fatto che CHIUNQUE condiziona la nostra personalità... bhè mi sembra una cosa che va' con la vita stessa..che lo si voglia o no il rapporto con gli altri ci influenza per forza, ma che si vuole fare? vivere da eremiti?? ovviamente no, quindi bisogna tenere presente che nessuno ha in mano verità certe, anzi che la verità è relativa, e quindi bisogna farsi sempre una PROPRIA idea, senza "copiare" gli altri, senza aspettarsi che gli altri siano delle fonti incontestabili e assolute...ascoltare e pensare poi con al propria testa. Ovviamente ciò non lo si può fare da piccolini, ma la famiglia dovrebbe fare il modo, attraverso il dialogo, di aprire la mente dei propri figli, non imporre le proprio idee bensì di crescerli, fino ad una certa età con le idee che loro ritengono migliori, per poi fare in modo che il proprio figlio sia in grado di scegliere quello che ritiene pià giusto. Questa è la vera libertà, questo renderebbe anche più felici tutti.
Quello che consiglierei io soprattutto ai giovani è di leggere....tanto....tutto quello che vi capita, che vi piace; ogni libro insegna qualcosa, è il frutto di una mente, si entra in "intimità" con quella mente...perciò se lo si fa con tante menti, si diventa persone sempre più sensibili alla realtà e ai problemi legati alla vita, si diventa più maturi, consapevoli; ed è qusto che serva al mondo...basta caproni che seguono la massa e le apparenze!

Un saluto da una affezionata lettrice del blog

Anonimo ha detto...

ottimo! condiviso :)

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi