mercoledì 13 luglio 2011

Irlanda: la protesta dei cattolici... black block

Nota: quando a "spaccare tutto" sono altre categorie, i mass media li definiscono "black block": una frangia di estremisti No Tav spacca tutto? Sono tutti black block! Allora questi attivisti cattolici possiamo definirli "cattolici black block", giusto? 


Alta tensione a Belfast, in Irlanda del Nord. La scorsa notte, infatti, si sono verificati violenti disordini a Broadway, quartiere cattolico della città, e si teme che nelle prossime ore la situazione in questa nazione del Regno Unito da sempre in parte ostile al protestantesimo possa degenerare.
A scatenare la furia della frangia cattolica della popolazione è stata tradizionale marcia annuale in occasione della vittoria Guglielmo III d'Orange sul papista Giacomo II nella Battaglia di Boyne del 1690, culmine delle celebrazioni protestanti. Infatti, appena i fuochi d'artificio hanno dato il via alla festa è stato scontro aperto tra polizia e manifestanti, con lancio di proiettili di gomma da parte delle forze dell'ordine a cui i cattolici hanno risposto con pietre e bottiglie molotov.
Sono sette come minimo gli agenti feriti, mentre al momento pare che tutti i civili siano rimasti illesi.


Questo episodio è il culmine di due settimane di incidenti di stampo religioso che si sono concentrati nei quartieri orientali di Belfast, i più gravi che si siano verificati nella nazione da diverso tempo a questa parte.
Le recenti violenze lasciano pericolosamente riaffiorare lo spettro dei "troubles", ovvero i trentennali conflitti interconfessionali che hanno provocato circa 3500 morti in Irlanda del Nord prima di concludersi con gli accordi di pace firmati nel 1998.



fonte





Condividi su Facebook
loading...

Nome

Email *

Messaggio *