Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

giovedì 28 luglio 2011

Frankenstein è in grado di riprodursi. E’ il risultato – ovviamente ridotto ai minimi termini – di una ricerca condotta da tre scienziati canadesi sul maxi salmone Ogm, il primo animale geneticamente modificato in procinto di essere ammesso sulle tavole americane. I suoi creatori dicevano che era sterile.
Il maxi salmone Ogm ha il pregio commerciale (e commerciale soltanto) di crescere continuamente. Come stazza, sarebbe in grado di sbaragliare i consimili della stessa età: ad esempio, nella competizione per accedere al cibo.
Prima di andare avanti, immaginate cosa accadrebbe ai salmoni selvaggi se un esemplare Ogm evadesse da un allevamento e trasmettesse ai discendenti la caratteristica della crescita continua.
Il maxi salmone Ogm è stato creato in laboratorio da AquaBounty Technology: hanno preso il gene dell’ormone della crescita del salmone reale (il più grande fra i salmoni, che vive nel Pacifico), lo hanno unito con il frammento di materiale genetico proveniente dal pesce gatto dell’oceano che regola la produzione dell’ormone della crescita e poi hanno iniettato il tutto nelle uova del salmone del Nord Atlantico.
Capirete bene che un simile cocktail non potrebbe mai avvenire in natura: altro che il mulo, nato dall’incrocio fra una cavalla e un asino!
Un salmone normale raggiunge i quattro chili in 30 mesi circa di allevamento. Il salmone Ogm, che non appare in alcun modo diverso da un salmone “normale”, arriva agli stessi quattro chili in 20 mesi, e in 30 mesi raggiunge i sei chili. Una pacchia per gli allevatori.


Tre studiosi dell’Università di Newfoundland, in Canada, hanno creato il laboratorio condizioni il più possibile simili a quelle naturali e hanno osservato la riproduzione di tre tipi di salmoni maschi: giovani Ogm, giovani d’allevamento, adulti discendenti da salmoni d’allevamento inselvatichiti.
Questi ultimi, hanno concluso gli sperimentatori, hanno avuto il miglior successo riproduttivo, seguiti dai giovani salmoni d’allevamento.
I giovani salmoni Ogm si sono dimostrati i meno efficienti. Ma hanno effettuato il processo riproduttivo: e dunque non sono sterili. Lo studio è pubblicato sull’ultimo numero della rivista scientifica Evolutionary Applications.
Le condizioni naturali simulate in laboratorio non sono mai naturali davvero. Nessuno sa quali caratteristiche avrebbero gli ibridi di salmone Ogm.
Mettiamo pure le mani avanti, come è doveroso: resta il fatto che i salmoni Ogm sono in grado, almeno potenzialmente, di inserirsi nell’ecosistema come se fossero un cavallo di Troia.
Su Evolutionary Applications prestazioni riproduttive dei salmoni Ogm. L’articolo completo è riservato agli abbonati ma il riassunto è di libero accesso




Condividi su Facebook

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Sia chiaro, non è che accondiscenda a tutto ciò. Se, come ha accennato l'articolista, il mulo, risultante dall'unione di una cavalla ed un asino, esiste, è perchè la natura ha concesso tutto ciò, anche in termini di catena alimentare.
Ma unioni non-naturali, possono avere risultati assolutamente pericolosi per tutti gli altri. Cosa ci assicura a noi, che il contenuto di tali salmoni-frankestein, non contenga una qualche proprietà non presente in quella normale, che, reagendo con il nostro corpo, secondo certe circostanze, non possa costituire pericolo? (es. allergie violente a certi composti)

Comprendo che la popolazione mondiale sta aumentando in maniera incontrollata e che i governi se ne stanno infischiando, invece che iniziare un'opera di contenimento delle nascite, fattore che già viene in parte fatto passare, come concetto, dal continuo bombardamento mediatico effettuato a sfavore della famiglia, vista come un qualcosa di pericoloso (una palla al piede, tra figli rompi-balle succhia soldi, partner peter-pan ecc.), ma arrivare a simili compromessi, secondo me può essere molto pericoloso.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi