Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

domenica 31 luglio 2011


Alla fine anche l'Italia sia allinea agli altri Paesi europei: avremo anche noi gli incentivi per le auto elettriche. E così, in sostanza, avremo anche noi le auto elettriche perché fino ad oggi, vista la carenza legislativa, sia Nissan con la Leaf, Opel con la Ampera, Chevrolet con la Volt e (solo Renault non ha modificato i suoi piani) si sono rifiutate di commercializzare i loro modelli sul nostro mercato, dando la precedenza da altri Paesi che hanno già gli incentivi. Come dargli torto: l'auto elettrica ha già di per sé un prezzo caro, se poi mancano gli incentivi la macchina va completamente fuori mercato. 


Ora però cambia tutto: con un bonus di 5.000 euro per l'acquisto di veicoli elettrici; sovvenzioni per il ricambio del parco circolante degli Enti locali anche da noi le vetture a batteria diventano competitive e il mercato può patire.


La norma, fra l'altro, dovrebbe diventare realtà a tempo record visto che è stata approvata in commissione congiunta Trasporti e Attività produttive, e in modo bipartisan. Insomma, entro i primi mesi del prossimo anno gli incentivi saranno in pista.



"Lo sviluppo della mobilità ecocompatibile  -  hanno spiegato in coro i parlamentari Pdl Deborah Bergamini, relatrice del testo unificato, Mario Valducci, Presidente della Commissione Trasporti, Sandro Biasotti, capogruppo Pdl della Commissione e Vincenzo Garofalo, membro della Commissione Trasporti - contribuisce al miglioramento della qualità  della vita nelle grandi aree metropolitane del nostro Paese e diminuisce la dipendenza da combustibili fossili, come ci chiede l'Europa". 


"La legge  -  concludono i parlamentari - prevede incentivi nell'ordine di 5.000 euro per l'acquisto di veicoli elettrici, attraverso un'imposta da 1.5 centesimi di euro sulle bottiglie in plastica. Il testo unificato, inoltre, prevede la realizzazione di punti di ricarica pubblici e di impianti eolici e fotovoltaici dedicati al rifornimento oltre il sostegno alla ricerca di un settore che cresce del 30% ogni anno".


Scarica il documento PDF


Fonte: Repubblica





Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi