Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 27 giugno 2011
Riceviamo & pubblichiamo l'email di Matteo, attivista NO-TAV che ci segnala alcuni siti dove è possibile approfondire la questione della TAV. 


Sinceramente, su questo tema, preferiamo esprimerci con cautela: perché gli admin e i  collaboratori del nostro blog, hanno una visione differente tra loro, come è normale che sia in ogni gruppo di persone che "ragiona con la propria testa": alcuni credono che "non è giusto bloccare lo sviluppo dell'Italia per il campanilismo di una esigua minoranza di cittadini", mentre altri sono sensibili alle ragioni dei manifestanti: perché è anche vero che probabilmente, la Val di Susa sarà danneggiata da questa opera, danneggiata a livello ambientale ed economico, e capiamo bene, a maggior ragione in questo periodo di crisi, la gente si opponga.


Vi proponiamo comunque, alcune nostre considerazioni:


  • E' un dato di fatto che la maggioranza dei cittadini della Val di Susa, siano contrari. E visto che l'opera attraverserà il territorio dove loro, lavorano, mangiano e crescono i figli, è giusto tenere in considerazione le loro ragioni.
  • Ci domandiamo se non era possibile trovare una soluzione alternativa che sia praticabile; una deviazione, oppure l'interramento della tratta (far passare il treno in una galleria sotterranea simile alle metro) per alcune zone particolarmente "sentite" dai cittadini. Da valutare però i costi dell'eventuale operazione.
  • Anziché reprimere e basta, lo stato avrebbe dovuto dialogare con i cittadini, uniti in comitato. Se proprio devono esser fatti questi lavori, visto che bene o male cagionano un danno a quel territorio, lo stato potrebbe "risarcire" i cittadini investendo un po' di soldi in quel territorio, con un'opera nel loro interesse. Spendono miliardi di euro per realizzare la TAV, quindi potrebbero trovare 50 milioni di Euro, da investire in quel territorio. Sarebbe giusto.
Staff di nocensura.com

Ecco l'email di Marco:



Sono anni che i cittadini della Val di Susa si battono contro un progetto devastante, inutile ed economicamente insostenibile :la linea ferroviaria alta capacità Torino-Lione.

Dopo vent'anni di battaglie questa notte le forze dell'ordine si preparano a sgomberare il presidio dei residenti per installare un cantiere che ad oggi non ha i requisiti di legalità su terreni privati non espropriati. Le voci parlano di 2000 (duemila) poliziotti. Tutti gli organi di informazione hanno sempre ignorato le ragioni contrarie e mettendo in risalto solo gli aspetti di cronaca della lotta. Ragioni suffragate da report tecnici di tutto rispetto che hanno sempre smontato le dichiarazioni di intenti dei propositori dell'opera. Ora è stato deciso che va fatta con la forza, che i valsusini sono sudditi e non cittadini di questa repubblica. vi ringrazio fin d'ora se vorrete dare risalto a questa vicenda e vi allego alcuni link per approfondire la questione.


www.notav.eu
www.notav.info
http://www.beppegrillo.it/2011/06/attacco_alla_val_di_susa.html#comments
www.notavtorino.org
www.ambientevalsusa.it

Grazie.
Marco






Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi