Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

mercoledì 8 giugno 2011


Il celebre pulsante azzurro è sfoggiato da ogni sito che si rispetti. Ma è molto più di un semplice mi piace. Ogni volta che vedi il pulsante like, Facebook capisce che tu sei lì. Inquietante, vero?
Ormai quasi ogni sito sulla faccia del web ha il suo pulsante mi piace (like) di Facebook. Ma qual è il suo significato per chi visita il sito? Più di quanto si pensi, a quanto riferisce Allfacebook.com. L’icona con il pollice alzato non funziona solo se la clicchi, a quanto pare. Anzi, funziona anche se non la clicchi per niente.
I dibattiti sulla privacy ormai proliferano e non è un segreto che gli utenti di Facebook stanno prendendo sempre più precauzioni nel condividere le informazioni online. Non è una semplice paranoia da Grande Fratello. Il Wall Street Journal di recente ha rivelato come Facebook, così come Twitter, segua gli utenti nei siti che visitano, anche se il browser è spento, e addirittura anche se il computer è spento. Quando vedi il pulsante mi piace/like di Facebook in un sito, Facebook sa che tu sei lì. In buona sostanza il social network può tracciare una mappa dettagliata dei tuoi spostamenti sul web.


“Sono milioni i siti che ormai si fregiano del celebre bottoncino azzurro, che appare su un terzo dei mille siti più visitati al mondo.” Dice il Wall Street Journal. Un bell’affare, decisamente. Anche se esci dal tuo account di Facebook, lui ti segue lo stesso. Dalla direzione di Facebook replicano che, se non clicchi il pulsante like, non viene raccolta alcuna informazione e che questo aggeggio non è stato fatto per tracciare i movimenti di nessuno. Sarà, ma se invece fosse fatto per controllare ciò che si fa, sarebbe certo una potente arma di controllo occulto.





Condividi su Facebook

1 commenti:

Rocco ha detto...

"Non è il Wall Street Journal di recente ha rivelato come Facebook, così come Twitter, segua gli utenti nei siti che visitano, anche se il browser è spento, e addirittura anche se il computer è spento."

Ma per favore... mi viene da ridere.
Se da Fb ti slogghi e provi a cliccare un qualunque mi piace...come su questa pagina... devi immettere i dati di accesso a Fb affinché il "Mi piace" venga registrato.
Che Fb ti segua a computer spento cmq è molto preoccupante hahaha... che si bevono al Wall Street Journal???

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi