*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

domenica 15 maggio 2011

Tremonti: il "meno peggio" della sua compagine


La partitocrazia ci fa schifo tutta: e il PDL (come il PD) sono senza dubbio al vertice di questa "classifica".

Però una lancia a favore di Tremonti vogliamo "spezzarla", perché considerando la compagine di governo di cui fa parte, il Ministro ha fatto "il meglio che poteva".

Non fraintedete: non vogliamo fargli un "elogio sperticato", perché ha "tagliato" spese che non doveva e non ha tagliato altri capitoli di spesa che doveva tagliare. Ovviamente sappiamo bene che non dispone della "massima autonomia": ma più volte Tremonti si è scontrato con i colleghi di governo, che volevano scialacquare ingenti somme, per coltivare il proprio orticello politico: spese inutili e clientelari che Tremonti ha impedito.

In passato, molti colleghi di Tremonti spendevano molto più di quanto potevano, per accaparrarsi simpatie elettorali: hanno prodotto un DEBITO PUBBLICO SPAVENTOSO con cifre incredibili, tanto che l'Italia a fatica riesce a pagare gli interessi del debito, e non è pensabile di ripianarlo: come sappiamo, sulle "spalle" (o sulle palle?) di ogni italiano pesa un debito pro-capite di quasi 20.000 Euro.


Tremonti ha fatto quanto poteva (e quanto gli hanno permesso di fare) per tenere in ordine i conti. Professionista e politico navigato, NON è MAI STATO AL CENTRO DI SCANDALI e/o INCHIESTE GIUDIZIARIE: mai un piede fuori posto, fino a questo momento.... Certo, dovrebbe essere così, dovrebbe essere scontato: ma in un paese dove il 10% dei parlamentari sono indagati/inquisiti/condannati NON LO E', soprattutto nel PDL....

In questi giorni il governo ha cercato in tutti i modi di "regalare le spiaggie" ai privati, proponendo concessioni di addirittura 90 anni agli stabilimenti balneari: uno sproposito, ridotto a 20 anni (periodo equo) grazie all'intervento di Napoletano. (20 anni di concessione sono giusti: altrimenti gli stabilimenti balneari non hanno margine per recuperare i soldi eventualmente investiti... ma non certo 90 anni!)

Alcuni membri del governo però non sono felici, e vorrebbero "correggere" la misura, innalzando la durata delle concessioni ben oltre i 20 anni: Tremonti, stizzito, ha detto (e ha ragione) che i problemi sono altri: un problema è il Sud, inteso come "chi lo amministra" e non certo i cittadini.


Ha ragione. Tremonti - nonostante tutto - è probabilmente il miglior ministro, o almeno quello che sembra PENSARE DI PIU' AGLI INTERESSI DELL'ITALIA, E NON A QUELLI "PERSONALI"...


Troppi Ministri dell'economia in passato, spendevano senza ritegno i soldi che NON C'ERANO, e i risultati che hanno prodotto, li conosciamo bene.

Chiudiamo dicendo: Meno male che c'è Tremonti a "frenare" le spese di questo "inguardabile" governo...  certo se avesse "tagliato" i fondi ai molti sprechi che abbiamo davanti, saremmo stati più felici, ma ci rendiamo conto che non dipende da lui.


Tanto dovevamo per obbiettività.

Staff nocensura.com



Condividi su Facebook

Nome

Email *

Messaggio *