*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 14 maggio 2011

"Occhio per occhio" - La vendetta di Ameneh


Il volto sfregiato dall'acido di Ameneh Bahrami. La donna nel 2007 perse interamente la vista e dovette anche subire una serie di interventi chirurgici al viso e agli occhi. Majid Movahedi, l'aggressore, l'aveva "punita" perché Ameneh aveva respinto più volte la sua proposta di matrimonio. L'uomo è stato condannato nel 2008 alla cecità di entrambi gli occhi tramite l'instillazione di 10 gocce di acido solforico. L'esecuzione della sentenza doveva avvenire il 14 maggio, ma è stata sospesa su pressione di Amnesty International. Secondo la stampa locale, era previsto che fosse la stessa Ameneh a eseguire l'operazione nell'ospedale Dadgostari di Teheran.

fonte



Condividi su Facebook
Valentina ha detto...

La pena è stata sospesa???Guardate la faccia di questa poveraccia!!!cosa cavolo dovrebbe fare ora che non può avere neanche un minimo di giustizia!!???

filippo ha detto...

Valentina forse sarò noioso e saccente ma credimi non voglio esserlo.
Secondo te giuridicamente come si può punire una persona (Che quindi ha sbagliato) dandogli la stessa "meicina"?
A quel punt come fa lo stato a dire che sbagli se dà la possibilità di vendicarsi facendo la stessa cosa?
Questa non è legge è vendetta.
Per la vendetta non c'è bisogno dello stato.

Micky ha detto...

Hai ragione Filippo per la vendetta non c'è bisogno dello stato ma intanto lui dovrebbe marcire in prigione fino all'ultimo respiro....

Nome

Email *

Messaggio *