Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 7 maggio 2011
Che non gli stessero molto simpatici tutti gli esseri viventi dal Po in giù era tristemente noto, ma che addirittura Borghezio si augurasse la pulizia (etnica?) dei napoletani dal mondo sembra francamente esagerato. Eppure lo ha fatto, ospite di Klaus Davi sulla sua trasmissione youtube Klauscondicio. Quelli fra voi dotati di tanta pazienza, lo possono trovare in fondo all’articolo. Oggi purtroppo Borghezio sembra proprio scatenato.

“Buttiamo Napoli: dobbiamo stare lontani da quello schifo di citta”. Mi domando se le condizioni in cui versa Napoli non siano un motivo sufficiente per essere indipendentisti e separatisti da questa parte del Paese. I napoletani e Napoli non fanno parte dell’Europa civile. Bisogna scappare da questo schifo…. Noi vogliano essere liberi da questa Napoli che puzza di rifiuti e camorra. Bisognerebbe fare una pulizia radicale’. Queste le parole del leghista nei confronti di Napoli e dei napoletani: non è dato sapere quando esattamente Borghezio ha iniziato ad elargire patentini di civiltà, ma sicuramente deve essere stato dopo qualche sagra di troppo della grappa. Sarebbe sicuramente divertente fermarsi a capire cosa è civile secondo lui. Forse la pulizia etnica che invoca contro la città?

"Vorrei sapere in quale altra citta del mondo civile la raccolta dei rifiuti sia militarizzata; di fronte ad una situazione di evidente incivilta’, il governo e’ di nuovo costretto a mandare l’esercito per liberare Napoli dall’immondizia, visto che evidentemente i cittadini non lo fanno, non si assoggettano alla raccolta differenziata, non riescono a far funzionare gli inceneritori, con conseguenti rischi di contagio e di epidemie".

 Qualcuno poi dica a Borghezio che Berlusconi manda l’esercito a Napoli solo perché ci sono le elezioni. E che dovrebbe preoccuparsi anche di altre epidemie rischiose, come quella di stupidità che ultimamente sembra aver preso piede in questo paese, e minaccia la sanità mentale di gran parte della popolazione in grado di leggere e usare il pollice opponibile. Ma che stranamente sembra aver colpito anche lui.

fonte



Condividi su Facebook

2 commenti:

Anonimo ha detto...

gli olezzi nauseabondi del suo essere arrivano fin quì a napoli...buttatelo via che puzza troppo!!!!

Giovanni ha detto...

Uno schifo e' la Iervolino e Bassolini che hanno ridotto la citta in questo modo.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi