Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

mercoledì 4 maggio 2011


Gli agenti: “L’avevamo sequestrata”

Il simbolo fascista è stato notato da alcuni passanti che lo hanno fotografato. Era su una parete dell'ufficio politico, in zona Città Studi. L'immagine va in Rete ed è polemica

Una croce celtica spunta da una finestra del commissariato di polizia di Città Studi a Milano, in via Cadamosto. Alcuni passanti la vedono e la fotografano. Il simbolo fascista, bianco su sfondo nero, è appeso alla parete di una stanza al secondo piano, dove ha sede l’Uigos, l’ufficio politico del commissariato. La foto fa il giro di Internet e scoppia la polemica.


Secondo Repubblica.it l’immagine risale all’1 maggio. “A una prima richiesta informale di spiegazioni sull’accaduto da parte di alcuni abitanti della zona, dal commissariato avrebbero risposto che si è trattato solo di un atto goliardico e che la bandiera è stata subito rimossa”, si legge sul sito del quotidiano. Che riporta la giustificazione del vicequestore aggiunto Maurizio Cusano, dirigente di Città Studi: “E’ una bandiera che avevamo sequestrato, insieme con una mazza con la scritta ‘Forza nuova’, ed è rimasta provvisoriamente su quella parete del nostro ufficio politico. Poi è stata riposta, come da prassi, insieme con tutti i reperti”. Il sequestro sarebbe avvenuto il 29 aprile, quando alcune centinaia di militanti di estrema destra hanno partecipato alla fiaccolata in memoria di Sergio Ramelli, Enrico Pedenovi e Carlo Borsani. Sulla vicenda sta ora facendo accertamenti la questura di Milano.


da "Il Fatto Quotidiano"





Condividi su Facebook

2 commenti:

Anonimo ha detto...

e lo scandalo ? quale sarebbe ?

Anonimo ha detto...

ahahaha!!!"E’ una bandiera che avevamo sequestrato, insieme con una mazza con la scritta ‘Forza nuova’, ed è rimasta provvisoriamente su quella parete del nostro ufficio politico. " ahahah! E perchè l'avrebbero appesa al muro? per custodirla meglio??Gesto goliardico. Ogni volta sempre questa frase fatta. Pestati dei ragazzi fuori scuola"e vabe' era un gesto goliardico" , preso a cinghiate il corteo studentesco a Piazza Navona "e vabe' era un gesto goliardico", fatta irruzione nella sede della Rai "e vabe' era un gesto goliardico", picchiata una ragazza e disegnatale una celtica sul braccio "e vabe' era un gesto goliardico", fatta irruzione in una casa, legati due coniugi e ammazzato il figlio davanti a loro "e vabe' era un gesto goliardico"... che curioso senso dell'umorismo che hanno queste persone...

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi