Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

venerdì 6 maggio 2011

Nuovo balzo record dell´inflazione che raggiunge i livelli del novembre 2008 mentre sale anche la disoccupazione, ora all´8,3%.

Secondo i dati Istat, ad aprile i prezzi sono cresciuti del 2,6% annuo, contro il 2,5% registrato a marzo. Questa nuova accelerazione risente delle tensioni sui trasporti e i beni energetici non regolamentati dopo l´adeguamento verso l´alto delle tariffe di luce e gas. La corsa dei prezzi, iniziata nel dicembre scorso, non sembra fermarsi visto che anche l´inflazione "core", o di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, si muove repentinamente e sale all´1,8%, dall´1,7% di marzo 2011.

Al netto dei soli beni energetici, la crescita tendenziale dell´indice dei prezzi al consumo è pari al 2%. I maggiori aumenti mensili dei prezzi riguardano i trasporti (+1,8%), l´abitazione, acqua, elettricità e combustibili (+1%) e i servizi ricettivi e di ristorazione (+0,8%). Risultano in discesa solo le comunicazioni (-0,8%) e i servizi sanitari e spese per la salute (-0,2%). Sul piano tendenziale i maggiori tassi di crescita interessano ancora una volta i trasporti (+6,1%), l´abitazione, acqua, elettricità e combustibili (+5,0%). In flessione i prezzi delle comunicazioni (-1,3%) e di ricreazione, spettacoli e cultura (-0,3%). E si muove verso quote da record anche il tasso di disoccupazione che a marzo si attesta all´8,3%, un decimo di punto percentuale in più rispetto a febbraio, quando segnò una lieve flessione.

Le stime provvisorie (con dati destagionalizzati), mostrano una lieve diminuzione (apri a 0,2 punti percentuali) su base annua. Preoccupano però i dati relativi alla disoccupazione giovanile, che ora è al 28,6%: rispetto al febbraio scorso il dato è in crescita di 0,3 punti percentuali, mentre su base tendenziale l´aumento è dell´1,3 per cento.

fonte: Repubblica



Condividi su Facebook

2 commenti:

Anonimo ha detto...

E che c'è da meravigliarsi,con questa gentaglia che ci governa,ed hanno la pancia piena,cosa vuoi aspettarti.La verità è,che anche i parlamentari dovrebbero avere lo stipendio di 1200 euro/mese,vietato avere altri lavori,e andare in pensione a 70 anni,e poi vedrete come tutto si sistema....Loro trovano il piatto pronto,e non immaginano neanche quando costa un caffè...Andassero a morì ammazzati

Dark ha detto...

Disoccupazione e inflazione aumentano e per noi pendolari sta arrivando l'ennesimo peggioramento del Trasporto Pubblico in seguito ai tagli del Governo (http://muoviamoci.org/) intanto vi senalo questo video.. http://www.youtube.com/watch?v=fMzGasLd_w8&feature=channel_video_title mi sembra il racconto di certe mie giornate :((

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi