*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

giovedì 19 maggio 2011

Aziende pubbliche: un giocattolino a disposizione di politica e clientelismo

Quando un manager "risponde" del proprio lavoro a un privato, deve produrre risultati, o viene rimosso: il privato vuole guadagnare...

Quando invece gestiscono un'azienda pubblica (vedi la ex-SIP Telecom, Enel, Rai etc etc) spesso fanno carriera anche producendo risultati disastrosi!

Con questa scusa, vogliono per esempio "privatizzare" l'acqua, passandone la gestione ai privati... PERCHE' INVECE NON FANNO - FINALMENTE - FUNZIONARE COME SI DEVE LA "MACCHINA PUBBLICA" ?

Manager capaci ce ne sono MOLTISSIMI: il problema più probabilmente, sta nel fatto che quando sono chiamati a gestire un'azienda privata, non vengono ingaggiati per conseguire il risultato migliore PER L'AZIENDA: ma il migliore per gli INTERESSI DI POCHI: e se riscono a coltivare bene quest'ultimi, FANNO CARRIERA... dopotutto, hanno fatto bene ciò per la quale erano stati assoldati... che non era certo far funzionare bene un'azienda pubblica!

Contratti milionari agli "amici degli amici"; tutto gira intorno agli interessi e alle "clientele politiche" di pochi... non c'è il MINIMO INTERESSE dei risultati dell'azienda, al punto che NON SOLO NON PRODUCONO GUADAGNI: MA SPESSO FANNO PURE GROSSI DEBITI...!!!

La DESTRA, sfrutta questa situazione, per proporre la "privatizzazione": la sinistra dice "NO" ad alcune privatizzazioni selvagge, come quella dell'acqua che sarà quesito referendario: MA NON AFFRONTA IL PROBLEMA, un "ingranaggio" che fa COMODO a tutte le parti politiche...

Alessandro - nocensura.com



Condividi su Facebook

Nome

Email *

Messaggio *