Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

martedì 17 maggio 2011
Secondo il consulente Ivo Pavan, nominato dalla procura torinese, le caraffe filtranti non migliorano l'acqua del rubinetto, già "perfetta" in sé e per certi versi la peggiorano; possono diventare rischiose se quell'acqua viene bevuta da persone affette da patologie come diabete, ipertensione o cardiopatie. Nel migliore dei casi sono comunque "inutili".
Le caraffe per filtrare l’acqua del rubinetto stanno prendendo sempre più piede.

La loro azione permette di purificare l’acqua domestica, rendendola, stando almeno a quanto dicono i produttori, migliore di quella in bottiglia, con un conseguente risparmio del denaro per l’acquisto e della fatica per il trasporto dei fardelli.

Non tutti la pensano così però. Il procuratore aggiunto di Torino, Raffaele Guariniello, ha infatti inviato un fascicolo al Ministero della Salute, e all’Istituto Superiore di Sanità (ISS), in cui sono contenuti i risultati di alcune analisi di laboratorio da lui disposte lo scorso febbraio. Stando ai dati raccolti, le caraffe filtranti sarebbero inutili se non addirittura nocive perchè peggiorerebbero la qualità dell’acqua.
In particolare il filtro a carbone attivo e resine a scambio ionico, contenuto nelle caraffe, avrebbe prodotto in alcuni casi un innalzamento del pH fino a 9,5 (il limite di legge è 6,5); sarebbero state rilevate anche tracce di sodio, potassio, argento e ammonio, non presenti nell’acqua prima di essere filtrata e dunque generati successivamente.

Anche per quanto riguarda la cosiddetta durezza dell’acqua Guarinello riferisce che “le analisi hanno mostrato che è vero che si abbattono i livelli di calcio e magnesio, ma anche che il filtro non va usato se la durezza dell’acqua è inferiore ai 19 gradi francesi, come per esempio in provincia di Torino. In questo caso è inutile”.

Fonte Yourself.it



Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi