Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

giovedì 14 aprile 2011
Vi sarà capitato, navigando su Facebook, di imbattervi in qualche gruppo provocatorio, che per esempio, inneggia alla violenza nei confronti animali, o peggio ancora bambini.

Sarà capitato a tutti di veder segnalare questi (stupidi) gruppi da qualche "amico di Facebook", che scandalizzato, chiede di segnalare il gruppo, per attirare l'attenzione degli amministratori di Facebook e chiuderlo.

In realtà, chi realizza questi gruppi, non è un soggetto "senza cuore" che "inneggia al male", si tratta invece di gruppi creati appositamente per generare reazioni rabbiose negli utenti. Anche se alcune volte sono veramente irritanti e disdicevoli (ne hanno realizzati alcuni anche per denigrare i morti) la miglior cosa, è quella di trattenersi e ignorare questi gruppi. Di seguito, vi riporto un testo scritto da un utente, Davide G. su uno di questi gruppi: una spiegazione perfetta!

Perche rispondete ai troll???? smettetela!!! vi spiego una cosa ragazzi!!! un troll fondamentalmente è come un bambino di 2 anni...è contento quando attira l' attenzione...ci sono differenze sostanziali però: il bambino di 2 anni attira l' attenzione perchè è fisiologico che lo faccia, il suo cervello non è ancora sviluppato e non capisce cosa è giusto e cosa è sbagliato... un troll invece mediamente è maggiorenne, capisce cosa è giusto e cosa è sbagliato ma è un DEVIATO MENTALE. vive nelle disgrazie perchè quello è il suo habitat, gode quando uno lo offende questo è il suo "ruolo sociale". tutti i troll che ci sono in questa discussione ad esempio godono quando gli augurate la morte o i mali peggiori. questi poveretti non si arrabbiano quando vengono offesi ma quando vengono IGNORATI. si nutrono della vostra rabbia ma di INDIFFERENZA MUOIONO( anche se in realtà sono già morti dentro :D )

redazione nocensura.com



Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi