Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

sabato 5 marzo 2011

Gli accadimenti politici degli ultimi tempi, spesso hanno portato a credere che il governo potesse cadere da un momento all’altro. Berlusconi ha usato la sua influenza per convincere alcuni parlamentari a passare (o ritornare) nella sua colazione, e alla fine dei giochi è riuscito a restare al suo posto. Molti hanno ipotizzato che il governo non è caduto perché molti deputati e senatori non avevano maturato l'anzianità necessaria per la tanto ambita pensione a vita: ipotesi  plausibile, tuttavia si rende necessaria una puntualizzazione. Nel 2007 infatti è stata modificata la norma di legge che regola le pensioni dei parlamentari. Mentre in precedenza bastavano 2 anni e mezzo di mandato per godere dell’assegno vitalizio, ora servono 5 anni di effettivo mandato parlamentare per averne diritto, ovviamente a partire dai sessantacinque anni di età.Se visitate "Openpolis", il sito che si occupa delle statistiche sugli "eletti", potete leggere il rapporto “Camera Aperte 2011”, secondo il quale il numero dei deputati e senatori che non hanno maturato il periodo necessario per accedere alla pensione da parlamentare, sono rispettivamente 392 e 171: nelle fila della Lega Nord, non hanno ancora raggiunto l'anzianità necessaria addirittura il 74% dei parlamentari. Il "giorno del bengodi" per questa flotta di aspiranti pensionati, sarà il 3 Aprile 2011: ormai manca poco meno di un mese: quel giorno, quasi la totalità dei deputati e dei senatori raggiungeranno il numero di giorni necessario (salvo qualcuno subentrato in parlamento più tardi)

Lo staff di nocensura.com

6 commenti:

Anonimo ha detto...

avete levato articolo con le percentuali dei vari partiti ... peccato cjhe la maggioranza era dell'opposizione ..... censurate la verita' bravi

Anonimo ha detto...

Stai prendendo un granchio, non abbiamo rimosso "le percentuali dei vari partiti" bensì le abbiamo rimosse da questo post, per dedicare alla questione un post apposito, pubblicato subito dopo di questo: Ecco la URL:

http://www.nocensura.com/2011/03/pensione-da-parlamentare-ecco-chi-non.html

Mi dispiace che tu sia così in MALA FEDE, come vedi non abbiamo "censurato" niente, anche perché se permetti, a quel punto avremmo potuto non pubblicarlo, cosa ne pensi??? :-)

Abbiamo fatto questa modifica perché se ricordi, prima le percentuali erano espresse su un file immagine: abbiamo voluto cambiare la foto, e abbiamo trascritto quei dati su testo.

Ti ripeto ciò che ho già detto 100 volte: noi a dispetto di ciò che pensa qualcuno NON SIAMO DI SINISTRA: lo staff che collabora per questo blog ha idee diverse tra loro, ma siamo uniti dal fatto che non ci riconosciamo in nessun partito... sono tutti uguali...

Riconosco che critichiamo di più il centrodestra: ma questo è dovuto al fatto che è al governo, chi legifera è più sottoposto a critiche e inoltre Berlusconi, con le sue vicende giudiziarie e bunga bunga, si tira dietro più critiche del normale... quando capita cmq non ci sottraiamo certo dal criticare il centrosinistra, se ci segui dovresti averci fatto caso...


cari saluti
Antonio di nocensura.com

Anonimo ha detto...

sono d'accordo con voi soprattuto quando dite "ma siamo uniti dal fatto che non ci riconosciamo in nessun partito... sono tutti uguali..." e questo dovrebbe essere il comune denominatore pr una sana critica a qualunque politico che pensa solo ai propri interessi e non a quelli della collettività da cui, tra l'altro, è lautamente retribuito.

Anonimo ha detto...

Penso che purtroppo la situazione politica di oggi non cambia piu' in nessun schieramento,secondo un mio parere oggi se ci vogliamo salvare dal vero bisogna estirpare la politica attuale dove in tutto il mondo siamo visti come un paese dei balocchi,la soluzione?1 in primis fare pacificamente una vera marcia su roma da tutta italia con ordine ma decisa e andare a farci sentire dai governanti e affiliati che ora siamo stanchi e stufi solo cosi' forse risolviamo qualcosa

Anonimo ha detto...

Si ma a parole siamo tutti bravi...come sempre domani è un altro giorno e niente si muove, se si dovesse votare domani non cambierebbe assolutamente nulla, persino gli Egiziani ci insegnano, ma a noi va bene cosi!!!siamo proprio un popolo di beoti pecoroni!

Anonimo ha detto...

ecco noi in che mani siamo.....

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi