Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 14 marzo 2011

Storie di ordinario razzismo nell’accogliente Brianza: un dipendente apostrofa in maniera apertamente discriminatoria un suo collaboratore.

Il tessuto produttivo del nord lombardo, così efficiente, così pragmatico. Così discriminatorio. Storie di ordinario razzismo a Monza, per la precisione nel paesino a nord di Milano di Cernusco sul Naviglio, subito passati Cologno Monzese e Segrate. Alcuni lavoratori in un impresa di produzione di macchine industriali, la Terdeca, che produce macchinari per la lavorazione delle vernici, hanno un collega di colore. Solo che la cosa non sembra andargli molto bene, visto che uno scatto razzista i colleghi non riescono proprio a reprimerlo.

INSULTI RAZZISTI
“Negro di m…”, “puzzi come tutti i negri”, “torna nella foresta”, “sei un uomo morto”, gli dicono, mentre lo massacrano di calci e di pugni. Tutto succede solo pochi giorni fa, il 7 di marzo, e Kelly, la vittima congolese, rimane rantolante a terra. La Cgil di Monza entra in azione e segnala all’azienda l’accaduto, che prende immediati provvedimenti, sospendendo chi dell’azione era l’ispiratore, uno dei quattro uomini, un impiegato delle pulizie che aveva iniziato ad insultare Kelly dopo che esso aveva “sporcato sul pavimento”. Ora l’uomo è stato allontanato dal luogo di lavoro, ma la storia non sembra finita, se è vero che Kelly afferma di subire ancora minacce da parte sua, affermando che si rivolgerà al più presto alle forze di polizia

Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi