Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

martedì 29 marzo 2011

I rifornimenti scarseggiano. Gli immigrati in fuga dal Nord Africa stanno vivendo in una situazione che si fa sempre più disperata di ora in ora. Adesso hanno raggiunto le 6200 unità, ma sono disponibili solo 4000 pasti. In più di 2000 rimangono quindi senza cibo. Lo denuncia il sindaco Bernardino De Rubeis: «Si doveva pensare al problema per tempo prima di arrivare all'emergenza – è la sua accusa verso chi gestisce l'emergenza – Bisogna svuotare l'isola al più presto e tutte le regioni devono fare la loro parte e seguire l'esempio della Sicilia e della Puglia, che ha dato una grande disponibilità. Il buon senso di tutti i presidenti di regione può servire ad alleviare il problema di un'isola assediata dagli immigrati».

La situazione nell'isola è drammatica. Gli immigrati protestano per le condizioni in cui versano e gli abitanti spaventati chiedono che vengano ospitati altrove: «Non è razzismo, ma sopravvivenza» c'è scritto in un manifesto affisso sopra la tribuna del consiglio comunale. Piovono accuse contro il governo che viene giudicato troppo assente. E dalla sede siciliana dell'Istituto per la salute delle popolazioni migranti fanno sapere che è necessario trasferire gli immigrati al più presto o c'è il rischio di epidemie dovute alle cattive condizioni di salute in cui versano al loro arrivo.

«Quello che ho visto a Lampedusa è veramente desolante – è la versione del presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo – I tunisini hanno occupato l'isola. I migranti sono dovunque e cominciano ad entrare nelle case ed a minacciare la gente che sta tappata dentro perché ha paura di uscire. I lampedusani hanno paura di imbattersi in questi uomini di 20 e 30 anni che finora non hanno manifestato intenti aggressivi ma domani quando dovessero capire che siamo intenzionati a riportarli a casa potrebbero innescare qualche rivolta o anche qualcosa di peggiore». È dello stesso avviso l'assessore alla Salute della Regione siciliana Massimo Russo: «È necessario svuotare Lampedusa immediatamente, trasferendo gli immigrati presenti, o la situazione sanitaria sull'isola, a brevissimo, potrebbe non essere più sotto controllo».

fonte



Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi