Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

domenica 13 marzo 2011


Tre reattori non dispongono di un allacciamento alla corrente elettrica con la quale far funzionare l’impianto di raffreddamento. E in questi minuti lapressione sta alzandosi all’interno dell’edificio che ospita una turbina collegata con un reattore, e probabilmente sta alzandosi anche all’interno dell’edificio che ospita il reattore stesso; tanto che delliquido refrigerante viene fatto arrivare in aereo dagli Usa.
Quest’ultima è una notizia freschissima. La prima frase invece riassume i problemi della centrale nucleare giapponese di Fukushima Daiichi dopo il devastante terremoto di stamattina.
Quando la terra ha cominciato a tremare i reattori si sono spenti automaticamente. Ma in casi come questi gli impianti di raffreddamento devono continuare a funzionare, perchè il combustibile nucleare è ancora “caldo” sia in termini fisici sia in termini di radioattività. E se non si trova il modo di raffreddarlo, in teoria nel peggiore dei casi il “nocciolo” del reattore potrebbe anche fondere. Uno scenario tipo Chernobyl, per capirci.
Le autorità giapponesi rassicurano: tutto sotto controllo, nessuna fuga radioattiva. Peraltro l’avevano detto anche dopo il terremoto del 2007, in seguito al quale una fuga radioattiva alla centrale nucleare di Kashiwazaki Kariwa – si apprese in seguito – ci fu eccome.


Resta il fatto che tre impianti di raffreddamento sono, diciamo, in netta sofferenza per mancanza di energia elettrica con la quale farli funzionare. Probabilmente cercando di usare delle batterie. Peraltro mezzo Giappone è al buio: un comunicato stampa di Tepco (Tokio electric power company) dice che nell’area di sua competenza in questo momento sono senza corrente 4,2 milioni di case.
Sempre Tepco gestisce la centrale nucleare di Fukushima Daiichi. Dai sui comunicato stampa si evince che i problemi riguardano i reattori 1, 2 e 3: la mancanza di corrente elettrica ha messo ko gli impianti di raffreddamento; il generatore diesel che alimenta l’impianto di raffreddamento di emergenza è entrato in funzione ma si è spento dopo un’ora circa.
Soprattutto, Tepco ammette di non sapere se gli impianti di emergenza stanno raffreddando i “noccioli” dei reattori 1 e 2.
Ci sono problemi anche alla centrale nucleare di Fukushima Daini, sempre gestita da Tepco. Quattro i reattori nucleari. Il raffreddamento viene assicurato da immissioni d’acqua, ma una diminuzione della pressione verificatasi nel reattore 1 fa supporre che si sia verificata una perdita di acqua all’interno della struttura di contenimento.


fonte
Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi