Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 28 marzo 2011

Non si attenua l’allarme nucleare in Giappone. Evacuato il reattore 2 per l’altissima radioattività sprigionata. Il livello di radiazioni ha registrato un balzo notevole, superando quota 1.000 millisievert/ora. Radiazioni elevate arrivano anche dal nucleo del reattore 3 e l’agenzia nipponica per la sicurezza atomica non esclude di alzare di nuovo il livello di rischio per la centrale diFukushima Daiichi, che così arriverebbe a 6, “grave incidente” (Chernobyl fu classificato a livello 7). Questo dopo alcuni rilievi fatti intorno nelle zone vicino l’impianto. Un livello molto elevato di radioattività è stato individuato per la prima volta in legumi provenienti da Tokyo, ma non destinati alla vendita. Molto più grave la situazione in mare: le rilevazioni hanno riportato livelli di radioattività 1250 volte superiori alla norma. Mentre continuano le scosse di assestamento, il numero delle vittime è salito a oltre 27mila tra morti e dispersi. Il numero dei feriti supera i 2.700. Intanto anche la Francia, come l’Italia, frena in parte sull’atomo. “Le centrali nucleari che non supereranno gli ‘stress test’ pianificati dall’Ue dopo quanto avvenuto in Giappone saranno chiuse”. E’ quando annuncia da Bruxelles il presidente francese Nicolas Sarkozy, al termine del vertice Ue.

La cronaca del 28 marzo 2011

15.55 – Francia, “Contaminazione radiattiva ben oltre 30 km da Fukushima”

”Tracce di contaminazione ”radioattiva sono presenti “ben al di là” della fascia di sicurezza di 30 km intorno alla centrale nucleare giapponese di Fukushima. Lo sostiene l’Autorità di sicurezza nucleare francese (Asn), secondo cui l’incidente ha provocato “una contaminazione che si estenderà su zone considerevoli”. “Non è assolutamente sorprendente – ha spiegato il presidente dell’Asn, Andrè-Claude Lacoste – che si trovino qua e là contaminazioni anche oltre un raggio di 100km”. “Non abbiamo cifre globali – ha precisato – ma è chiaro che la gestione dei territori contaminati richiederà anni, se non decenni”.

12.24 – Contaminata acqua stagnante nell’edificio della turbina

La radioattività misurata in prossimità del reattore 2 della centrale nucleare di Fukushima 1 proviene dall’acqua stagnante raccolta alla base dell’edificio che ospita la turbina. Lo rende noto nel suo sito l’Agenzia giapponese per la sicurezza nucleare e industriale (Nisa). I valori elevati comunicati oggi dal gestore della centrale, la Tepco, confermano ulteriormente la parziale fusione del nocciolo del reattore 2. L’acqua che arriva nella turbina proviene infatti dal circuito di raffreddamento del nocciolo, spiegano esperti italiani. Questo accade perché in condizioni normale il vapore prodotto dal reattore alimenta la turbina, per poi condensare e tornare nel circuito di raffreddamento. Il fatto che sul pavimento dell’edificio della turbina si trovi acqua proveniente dal circuito di raffreddamento (ora contaminata a causa della parziale fusione del nocciolo) farebbe pensare ad una perdita.

12.08 – Ue, “Incertertezza su conseguenze incidente”

“C’è un alto livello di incertezza per quanto riguarda le implicazioni dell’incidente nucleare avvenuto nella centrale di Fukushima”. E’ l’allarme lanciato dalla commissaria Ue alla gestione delle crisi e aiuti umanitari Kristalina Georgieva, appena tornata da una missione di due giorni in Giappone. “E’ troppo presto ora per fare previsioni, le autorità giapponesi stanno lavorando a scenari possibili per il futuro per capire quali saranno le implicazioni dell’incidente”, ha spiegato la commissaria, sottolineando che ora la priorità per Tokyo è quella di “riportare la situazione sotto controllo”.

11.29 – Scoperta falla, contaminata l’acqua del mare

Acqua altamente radioattiva è fuoriuscita dall’edificio della turbina del reattore numero 2, nell’impianto di Fukushima, e adesso il timore è che contamini l’ambiente circostante, mare compreso. L’acqua, trovata in una fossa collegata al reattore numero due dell’impianto di Fukushima-Daiichi, ha un livello di radiazione di oltre 1.000 millisievert all’ora; livelli simili di concentrazione erano stati rilevati in una pozza d’acqua nel seminterrato dello stesso edificio.

La Tepco ha detto di non aver capito se in qualche modo quest’acqua possa confluire direttamente in mare, ma se così fosse si spiegherebbe il perché dell’alta radioattività rilevata nei campioni di acqua prelevati al largo delle coste limitrofe: oggi il livello di radioattività nei campioni prelevati a una trentina di metri dalla costa era di 1.150 volte oltre il limite; domenica il surplus era di 1.850 volte, un dato registrato anche quello poche centinaia di metri al largo e comunque maggiore rispetto alla rilevazione del giorno prima, sabato, quando era a 1.250.

10.58 – Tepco: “Sale la radioattività fuori dal reattore 2″

La radioattività all’esterno del reattore n.2 di Fukushima ha registrato un balzo, superando quota 1.000 millisievert/ora. Lo rende noto la Tepco. Alti livelli di radiazioni, oltre i1.000 millisievert/ora, sono stati rilevati nell’acqua accumulatasi fuori dall’edificio della turbina del reattore n.2 della centrale nucleare di Fukushima. Il rilevamento, avvenuto ieri e annunciato oggi dalla Tepco, il gestore dell’impianto, solleva nuove preoccupazioni sul fatto che le sostanze radioattive possano già essere finite nell’ ambiente circostante, incluso nel vicino mare. “Abbiamo trovato quest’acqua accumulata fuori dalle condutture della camera sottostante alla turbina, con un livello di radioattività oltre i 1.000 millisievert/ora”, ha spiegato un portavoce della Tepco. Le condutture in questione distano 60 metri appena dal Pacifico e il deflusso delle acque contaminate potrebbe essere finito sulla riva. Anche fuori dai reattori n.1 e n.3 sono stati trovati livelli di radioattività nell’acqua, ma molto più bassi.

10.47 – Acqua radioattiva all’esterno del reattore 2

Acqua altamente radioattiva è stata trovata all’esterno del reattore numero 2 dell’impianto nucleare di Fukushima. Lo ha reso noto la società che gestisce l’impianto, la Tepco. Un portavoce della Tepco ha spiegato che è stata trovata acqua altamente radioattiva, che fuoriesce dall’edificio delle turbine del reattore, aggiungendo che il timore è che il liquido si riversi nell’ambiente. Intanto nel mare di Fukushima e’ stato accertato un livello di radioattività 1.150 volte oltre il limite, a una trentina di metri di distanza dai reattori 5 e 6. Questi due reattori erano in fase di mantenimento, il giorno del devastante terremoto. Domenica la rilevazione documentava di un surplus di radioattività pari a 1.850 volte, un dato registrato anche quello poche centinaia di metri al largo e comunque accresciuto rispetto alla rilevazione del giorno prima, sabato, quando era a 1.250. In quel caso, le autorità avevano escluso una minaccia per la vita marina e la sicurezza dell’habitat.

08.59 – Allarme per bacini idrici

E’ allarme per i bacini idrici in Giappone, nel timore concreto che possano essere inquinati da pioggia radioattiva. La notizia è diretta conseguenza del picco radioattivo registrato nel disastrato impianto nucleare di Fukushima: il ministero della Sanità ha chiesto che gli impianti di purificazione idrica in tutto il Paese interrompano la raccolta di acqua piovana e che i bacini vengano coperti con teloni. Nei giorni scorsi Tokyo e altre municipalità avevano rilevato livelli di iodio radioattivo superiori alla norma, tanto che era stato proibito l’uso dell’acqua potabile per i neonati (ma la contaminazione era poi diminuita). Nel fine settimana il ministero della Salute ha avvertito che nuove piogge potrebbe catturare le particelle radioattive sfuggite dall’impianto di Fukushima e riversarle nei fiumi e nelle dighe che riforniscono le condutture di acqua potabile.

06.00 – Il governo: Fukushima fuori controllo. “C’è la fusione del nocciolo”

Il governo giapponese ritiene che l’acqua altamente radioattiva al reattore n.2 della centrale nucleare di Fukushima sia dovuta “alla parziale fusione delle barre di combustibile” che il capo di gabinetto, Yukio Edano, definisce come fenomeno “temporaneo”.

05.19 – Il governo giapponese accusa la Tepco

L’errore fatto ieri daTepco sulla radioattività è “inaccettabile”. Il capo di gabinetto Yukio Edanobacchetta l’utility che gestisce l’impianto nucleare di Fukushima per aver prima annunciato radioattività al reattore n.2 maggiore di 10 milioni di volte alla norma, per poi correggere il tiro e parlare ‘solò di 100.000 volte.

00.43 – Terremoto a est del Giappone

Una scossa di magnitudo 6,5 sullascala Richter è stata avvertita nel nord est del Giappone al largo dell’isola di Honshu, secondo il sito dell’Istituto americano di geofisica (Usgs). Stando all’agenzia Reuters, le autorità hanno emesso un allarme tsunami.

fonte



Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi