Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 19 febbraio 2011

La ricetta della Coca Cola, la "Coca Cola formula" è in rete, in modo che chiunque possa farsi in casa, col ciambellone, anche un barile della bibita che sta alla base della "formula della felicità". Il web impazzisce ma la ricetta è solo una variante della "originale" del 1886.

Su internet è scoppiata la notizia della "rivelazione" della formula della Coca Cola, la bevanda analcolica più famosa al mondo e che vanta innumerevoli leggende metropolitane (nonché inquietanti reportages giornalistici). La leggenda vuole che la formula sia conservata all'interno di una cassaforte ad Atlanta (la città americana sede della multinazionale) e che solamente due o tre persone (che sempre leggenda vuole non viaggino mai insieme) la conoscano a memoria. La stessa Coca Cola ha da poco sottolineato in uno spot "fantastico" il luogo segreto (stile l'isola che non c'è) della "ricetta". Il teledipendente ricorderà sicuramente lo spot che enfaticamente declamava: "La formula segreta di Coca Cola è scritta su un piccolo chicco di riso..." Ora un sito internet americano (della radio di Chicago "This American Life"), che è diventato "irraggiungibile" probabilmente per i troppi accessi, avrebbe svelato "nuovamente" la ricetta segreta della Coca Cola che, nel 1979 un giornale di Atlanta, l'"Atlanta Journal-Constitution", aveva già pubblicato senza suscitare l'attuale stracciamemento delle vesti. Nell'articolo si faceva riferimento ad una variante della ricetta di John Stith Pemberton, il famoso farmacista di Atlanta inventore della Coca Cola nel 1886 (prima conosciuta col nome di Pemberton's French Wine Coca).
In questa "versione" della ricetta originale si fa riferimento anche al misterioso ingrediente "7X" che sarebbe una miscela di aromi che renderebbe, con la sola percentuale dell'uno per cento nella composizione, quella "sensazione unica" della Coca Cola. In questa versione della ricetta ci sarebbero degli oli essenziali aromatici in misura maggiore rispetto alla ricetta originale di John Pemberton che però, ricordiamo, non è la ricetta "attuale" della Coca Cola. Quindi il segreto della Coca Cola rimane al sicuro anche perché, come in una pubblicità della multinazionale, non è altro che la "formula della felicità". "E oggi mentre la formula della Coca Cola rimane un segreto gelosamente custodito, la formula della felicità è un piacere che tutti possono scoprire in tavola ogni giorno" dice lo spot. Da segnalare per completezza anche una "finta intervista" (tutta da meditare) di una mamma italiana, che fa parte della campagna 2010 "La formula della felicità" della Coca Cola in Italia. Ancora una volta quindi il vero segreto di Coca Cola rimane il fatto che il metodo di produzione della sua ricetta non sia mai stato brevettato, non solo perché i brevetti scadono, ma anche perché dopo un determinato periodo di tempo, diventano obbligatoriamente di dominio pubblico. Ecco perché la ricetta segreta della Coca Cola equivale alla formula della felicità. Almeno commerciale.

Elenco siti Italiani che offrono possibilità di Guadagnare Online (anche con sondaggi)
Siti Italiani di Lotterie & Concorsi gratuiti del web
Siti di Giochi online, multiplayers e Giochi Facebook


fonte

Condividi su Facebook

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Sarà ma a me la cococola non è mai piaciuta...
:(

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi