Il curriculum di Nicole Minetti

“Nicole Minetti è una splendida persona, intelligente, preparata, seria, si è laureata con il massimo dei voti, 110 e lode, si è pagata gli studi lavorando, è di madrelingua inglese e svolge un importante e apprezzato lavoro con tutti gli ospiti internazionali della Regione.” 

La telefonata di Berlusconi a Gad Lerner è stata euristica, quasi maieutica. Ho scoperto qual è il curriculum per diventare consigliere regionale. E ho scoperto che non ce la farò mai.

Ho 26 anni, uno in più della Minetti: troppo vecchio per la politica.

Non sono una persona splendida, sono anche piuttosto bruttino. E soprattutto sono un uomo.

Sull’intelligenza e sulla preparazione, poi, sono subissato dalla Minetti. Lei ha ballato, si è occupata di ortodonzia, di organizzazione di eventi e ora è un’amministratrice pubblica. Io al massimo corro dietro un pallone, sono scoordinato, non ho carie e neanche i denti del giudizio, non organizzo feste eleganti e discrete anche perché nella tavernetta di casa mia ci sono un cane e un gatto e i miei ospiti possono o avere paura o soffrire di allergia. E soprattutto non sarò mai un leale rappresentante delle istituzioni perché sono un pavido e non ho mai avuto il coraggio di lasciare il mio lavoro per candidarmi in listini bloccati.


 Non sono una persona seria, uno che scrive un post così sul fattoquotidiano.it non è una persona seria.

Sul voto di laurea io e Nicole pareggiamo. Almeno quello. Su come sono arrivato a laurearmi, però, non c’è paragone. Io, al confronto di Nicole, sono un ricco privilegiato. Mamma e papà mi hanno pagato le tasse per studiare all’Ateneo di Bari e poco importa se ho restituito loro tutti i soldi perché l’ho fatto solo dopo essermi laureato. Così siamo bravi tutti.

Sono così sciatto che, pur non essendo uno studente-lavoratore, non mi sono ritagliato il tempo per studiare inglese a tal punto da diventare madrelingua (che poi, mi domandavo: l’espressione madrelingua non deriva dall’inglese ‘mother tongue’, cioè della lingua del paese di nascita? Dunque Nicole Minetti è del Commonwealth?).

Sull’importante e apprezzato lavoro con gli ospiti internazionali, eviterò di lasciarmi andare a facili ironie. Sono certo che la Minetti ha dovuto reggere pressioni enormi, e tanto mi basta per fare le scarpe a un provincialotto pugliese, che ha scoperto solo pochi giorni fa cosa volesse dire il verbo della lingua italiana ‘briffare’.

Insomma, questa telefonata di Berlusconi ha rivelato che io sono un povero fallito (essendo di sinistra, non poteva essere diversamente). E ho finalmente scoperto che in questo mondo esiste una giustizia, che la Minetti occupa con merito il suo posto.

Proprio perché questa telefonata mi ha dato fiducia in un mondo più giusto posso augurarmi chetutti i ragazzi con un curriculum uguale o superiore a quello della Minetti possano occupare i posti di comando di questo Paese e che questo accada subito, con tanto di benedizione di Berlusconi e telefonate in difesa di questi ragazzi durante le trasmissioni televisive, a qualsiasi ora del giorno e della notte.

P.S. Avevo scritto questo post prima di leggere le nuove intercettazioni che, tra l’altro, hanno visto proprio Nicole Minetti come protagonista. “Silvio è un pezzo di merda, vuole solo salvare il suo culo flaccido. Vuole metterci in Parlamento così ci paga lo Stato.

Sono stato umiliato ancora una volta. Nicole mi batte anche in antiberlusconismo.

Commenti

Anonimo ha detto…
Non preoccuparti non sei il solo!
Anonimo ha detto…
Concordo in pieno, ma che vuol farci; anche per la laurea (triennale) della più giovane (26 anni) figlia di Berlusconi sono state spese lodi ed encomi (visto che si è laureata avendo un figlio da badare). Ma, scusate, vabbè che siamo in un paese di ignoranti è poi così difficile prendere una laurea triennale in Filosofia in 6 anni? Mah.. comuqnue non è che a sx stanno meglio: D'Alema (non laureato) è succeduto in Parlamento al padre e non ha mai lavorato in vita sua; Veltroni (perito ciinematorgrafico...) idem con patatine. Finanche Napolitano (lui sì che è laureato: in Giuriprudenza) è arrivato a fare il Presidente dopo tutte le idiozie sui paesi dell'est (ricordate? Per andare in Ungheria ha dovuto chiedere scusa). Guardate il video girata dalla TV Tedesca qualche anno fa, lo trovate facile... fece una figura coi rimborsi al Parlamento Europeo..... che dobbiamo fare, scappare tutti??!
Anonimo ha detto…
Vorrei sapere da chi mi può rispondere onestamente,quanti industriali assumono donne di aspetto sexi solo per tentare di avere una storia,quanti uffici assumono donne di bell'aspetto per motivi di immagine,e chi di noi non vorrebbe contornarsi di belle donne.Ora qualcuno mi dirà che l'intelligenza di una persona è più importante della bellezza,ma penso che state mentendo a voi stessi,o magari come me,non è di bell'aspetto e si consola con la scusa dell'intelligenza.Allora l'invidia è una brutta bestia,e secondo me se uno ha la possibilità di circondarsi di belle donne e magari pure diplomate e intelligenti e ci può avere anche una storia,perchè non dovrebbe farlo,siamo in democrazia.C'è chi può e chi non può. DA UN PENSIERO LIBERO
Daniele ha detto…
Vorrei scrivere a titolo di replica all'anonimo del post prima (il tutto senza la minima polemica, vorrei solo farle sapere il mio pensiero, in ogni caso io rispetto il suo):
Quel che dici è vero, succede ovunque, e francamente non mi interessa.
Inizia invece ad interessarmi quando quell'industriale è il mio Presidente, colui che porta la mia bandiera all'estero, quando mette prostitute a governare in praticamente ogni grado;
Se vuole essere uno squallido puttaniere di minorenni, che si dimetta e poi faccia quel che gli pare... a quel punto le sue vicende finirebbero al massimo su qualche testata scandalistica, e nulla più.
Giusto per la cronaca, io non sono comunista ma ho sempre votato destra (prima del nano)...
SONO ITALIANO, ED IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SILVIO BERLUSCONI, NON PARLA IN MIO NOME.
guido ha detto…
Avete entrambi ragione,la cosa a cui uno deve riflettere è:ma come mai questo accade solo in Italia?Secondo me noi di questa cosa ne siamo orgogliosi,altrimenti non si capisce perchè i sondaggi lo danno sempre favorito.Noi abbiamo la nomea di buon amanti,e su questo il Pres.porta a nome nostro la bandiera,poi un po ci si mette la magistratura,e lo fanno apparire come un martire,poi ci si mettono i giornali,e non ne parliamo proprio.Comunque noi siamo il male di noi stessi,perchè il paese dovrebbe pretendere il funzionamento dello stato e non far sapere a tutti le storie del nostro Pres.Poi ho letto o sentito da qualche parte che l'Italia è un laboratorio politico,e molti paesi guardano con interesse per eventuali Presidenti come il nostro,per dare risposte convincenti,e illudendo i loro elettori.COMUNQUE SONO CONVINTO CHE MENO SE NE PARLI E MEGLIO è.
Francesca Maggi ha detto…
Ed e' talmente brava & intelligente

(ma non se la senti parlare...forse madrelingua inglese ma ha appropriato il migliore della lingua di Dante...)

che guadagna piu' del Leader del Free World, Barack Obama.

Altroche' Egiziani...gli Italiani dovrebbero tutti scendono in piazza per questi salari alle stelle in confronto dei tagli della scuola, asili, ecc. ecc.

Una vergogna.

http://burntbythetuscansun.blogspot.com
Anonimo ha detto…
caro Silvio, che tu faccia quello che fai con la tua faccia e la tua persona, non mi riguarda! purtroppo mi riguarda quando siedi sulla poltrona n. 4 delle istituzioni italiane. io non voglio essere sbeffeggiato dai cittadini del mondo per causa tua. lo sono stato, fin troppo, al momento di "cicciolina"e colleghe, ne ho le tasche piene. che poi sei quello che dicono è tutto da verificare. la biologia insegna che il tempo passa per tutti....anche per te !!! il viagra aiuta, ma fino ad un certo punto. non sarà che "comandare è meglio che fottere"???
Milena ha detto…
Bellissimo ed intelligente il post! Complimenti!
Rispondo anche ai due post di prima (anonimo e Daniele). Questo fenomeno di circondarsi di belle donne sul posto di lavoro sara' puramente italiano. Lavoro all'estero come ingengnere in una grossa societa' di telecomunicazioni da 6 anni (prima USA ed ora UK) e non sono mai stata circondata da modelle bunga bunga anche se lavoro in un reparto sempre a contatto con i clienti. Come neanche il mio marito che lavora in una banca di investimento come analista finanziario. Quando devono assumere, ti fanno il colloquio e nessuno ti guarda in faccia. Badano solo a quello che hai da dire.
Povera l'Italia! Uno dei posti piu' belli del mondo (e sono imparziale quando lo dico in quanto straniera, ovvero non madrelingua italiana) con tante persone intelligenti, belle, calorose, umane ad essere guidate da un cretino egoista pervertito...

Post popolari in questo blog

DOSSIER: La famiglia più potente del mondo: i ROTHSCHILD

Incredibile, il neosindaco Raggi contesta i debiti del Comune di Roma!

Non si può pensare ai migranti come ad un problema di "degrado" o di spesa!