Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

martedì 7 dicembre 2010
clicca per ingrandire
Sergio Marchionne guadagna 133 volte più del suo operaio medio. E’ un record, d’accordo. Ma Scaroni (Eni) prende 80 volte un suo addetto, Guarguaglini (Finmeccanica) 75. E i consigli di amministrazione costano una fortuna


Condividi su Facebook

3 commenti:

vitariello ha detto...

Questi sono alcune delle persone che manipolano la sopravvivenza della gente,vedi Marchionne,gente che toglie ai poveri per dare ai ricchi.Questi vedono gli operai come persone da mungere come le mucche e sporparle fino all'osso.Spero soltanto che ci sia veramente qualcosa oltre la morte,così giusto che almeno ci sia la soddisfazione di vederli bruciare all'inferno.Con grande stima di chi con sacrificio arriva a mete ambite e non si dimentica da dove è venuto.

librablu ha detto...

la cosa che più mi da in testa è che oltre a me...tanta gente è senz lavoro....ma loro se ne sbattono...anzi aumentano sempre di più le tasse...non potrò mai comprarmi una casa....e loro di case ne hanno almeno 3 a testa....

Anonimo ha detto...

e poi io per 13Km oltre il limite di velocità (di 90km all'imbocco di un'autostrada con una panda)devo pagare 700euro???...lo stipendio di un mese!!

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi