Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

mercoledì 10 novembre 2010


La sifilide, malattia sessualmente trasmissibile quasi scomparsa fino all'inizio del nuovo millennio, oggi sta «pericolosamente ricomparendo sia in Europa che negli Usa, tanto che in Italia si è passati da 150-200 casi all'anno nell'ultimo decennio a oltre 1.500». Lanciano l'allarme gli esperti degli Ospedali Riuniti di Bergamo, che nei «primi dieci mesi del 2010 hanno trattato già 90 casi, tra cui 15 donne in gravidanza, 10 giovani con meno di 25 anni e 3 con meno di venti». Per contrastare il problema la struttura bergamasca ha organizzato per sabato un convegno aperto a tutti, in cui esperti italiani si riuniranno per discutere sul tema. «L'incidenza della sifilide è in crescita - afferma Anna Di Landro, dermatologa dell'Ambulatorio Malattie trasmesse sessualmente (Mts) degli Ospedali Riuniti - soprattutto per i costumi sessuali più liberi e l'aumento di viaggi e flussi migratori dall'Africa, dall'est Europa e dall'America centro-meridionale, dove la malattia è endemica».
NIENTE PROTEZIONI - La principale causa, spiega Di Landro, «sono i rapporti sessuali non protetti e i primi sintomi non sono eclatanti così spesso vengono sottovalutati dai pazienti fino a quando interessano gli organi interni causando infarti, ictus e cecità. La malattia - aggiunge - colpisce senza distinzioni d'età o di nazionalità, ma è più frequente nei soggetti sieropositivi e nelle giovani donne straniere che spesso scoprono di esserne affette durante i controlli in gravidanza». Questo, conclude Di Landro, «può diventare molto pericoloso per la mamma e per il piccolo perché l'agente che provoca la malattia è trasmesso al feto in ogni fase della gestazione e il mancato trattamento può causare aborti, morte neonatale o gravi handicap». Se si teme di aver contratto la malattia anche se non si è nelle categorie a rischio è importante diagnosticarla precocemente rivolgendosi a uno specialista o agli ambulatori Mts.

Per condividere l'articolo premi l'apposito pulsantino sotto il post

(Fonte: Ansa)

9 commenti:

Anonimo ha detto...

sono sciocchata non e una mallatia scomparsa quella si vede che sono ignorante credevo fosse stata debellata poi con i giovani d oggi che si credonno omnipotenti siamo rovinati =((

Anonimo ha detto...

io sono scoccato!! ma dalla ignoranza delle persone nel 2010 !

Anonimo ha detto...

se saressi stata sciocchata farebbi ameno di fr sesso....certo che lignorantezza e proprio una bruta cosa...(o si dice ignorantaggine?...boh...)

xxx:DD((

Anonimo ha detto...

..mi sa che abbiamo bisogno di un bel Zanichelli e di tanti presevativi !!!
hahahahahahha ...

Anonimo ha detto...

Turismo sessuale, disinformazione e soprattutto scelleratezza sessuale (quanti usano il preservativo? su alzate le manine) hanno fatto tornare una piaga che non vedevamo da quasi un secolo. Applausi alla società del libertinaggio, economico e sociale.... com'è il must imperante odierno? Ah sì: "faccio il c***o che voglio, dove voglio, quando voglio".
Ala via così sulla strada dell'autodistruzione a 200km al secondo, caro Homo Imbecillis.

Anonimo ha detto...

l'ignoranza a cui facciamo fronte è dovuta in più dalla malinformazione che dilaga ovunque.
guardandoci in faccia ognuno fa davvero quel che vuole quando vuole e non è rimanendo scioccati come se davvero non ci si aspettasse certe cose.
Sifilide?non se ne sentiva parlare eclatantemente da secoli ed è pericolosa ma l'articolo di sopra non cita manco i sintomi e con la foto allegata io penso a un morbillo quindi..aiutiamoci BUONA INFORMAZIONE FA MENO IGNORANZA!

Anonimo ha detto...

l'ignoranza a cui facciamo fronte è dovuta in più dalla malinformazione che dilaga ovunque.
guardandoci in faccia ognuno fa davvero quel che vuole quando vuole e non è rimanendo scioccati come se davvero non ci si aspettasse certe cose.
Sifilide?non se ne sentiva parlare eclatantemente da secoli ed è pericolosa ma l'articolo di sopra non cita manco i sintomi e con la foto allegata io penso a un morbillo quindi..aiutiamoci BUONA INFORMAZIONE FA MENO IGNORANZA!

Anonimo ha detto...

Beh... i comunisti dicono che gli extracomunitari sono una ricchezza per il nostro paese ( lo dice pure il presidemte della repubblica delle banane Napolitano ) e adesso siamo + ricchi di malattie.

P.s. se "loro" sono ricchezza... noi allora siamo una non-ricchezza... e a Napolitano gli paghiamo pure lo stipendio con le nostre tasse.

Anonimo ha detto...

Cosa c' entra il morbillo? Quella foto mostra un' eruzione cutanea. Le macchie che si vedono sono chiamate SIFILODERMI secondari.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi