Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

giovedì 25 novembre 2010
Da Palermo a Bologna, da Bari a Torino. Passando, per Montecitorio. Non si arresta la protesta contro il disegno di legge Gelmini, sui cui oggi, dopo l'ennesimo ko del governo, lo stesso ministro dell'Istruzione ha posto un aut-aut: intesa o ritiro.
Scontri a Firenze, dove le cariche della polizia hanno provocato cinque feriti tra i manifestanti che stavano protestando contro la presenza del sottosegretario all'Attuazione del programma, Daniela Santanchè, a una tavola rotonda sull'immigrazione.
Forze dell'ordine impegnate anche a Palermo, dove gli studenti hanno lanciato petardi e fumogeni davanti alla sede del Provveditorato, e Bologna, dove gli agenti hanno manganellato gli studenti nelle prime file di un corteo che cercava di fare irruzione nella stazione ferroviaria.

Occupazioni, lanci di uova e vernice, proteste sui tetti

Occupata la facoltà di ingegneria di Bari così come il rettorato dell'università Federico II di Napoli. Oltre che, sotto gli occhi incuriositi dei turisti, la torre pendente di Pisa. Sventata invece un'azione degli studenti sulla Torre del Mangia, in piazza del Campo a Siena.
Non sono mancati i lanci di uova, questa volta non contro la sede del Senato ma contro il palazzo della Regione a Torino, e vernice, riversata sulla porta di ingresso della scuola privata milanese di viale Majno. Sempre a Milano poi una trentina di studenti ha fatto irruzione nella sede dell'Agenzie delle entrate in via Manin. I giovani sono riusciti a calare dal balcone del primo piano lo striscione "Più soldi alla scuola zero alla guerra", prima che la facciata dell'edificio fosse bersagliata di uova.
Prosegue anche la protesta dei ricercatori sui tetti, a Cagliari come a Pisa. E a Sassari due ricercatori si sono calati dal tetto dell'università centrale con un'imbragatura.
A Roma, presidio di due ore e mezzo davanti a piazza Montecitorio. Tra i fumogeni, i manifestanti hanno gridato: «Bloccheremo questa riforma». Prima di proseguire verso via delle Colonnelle, lasciando alle loro spalle una scritta vergata con vernice spray rossa sui sanpietrini davanti all'obelisco: «Ridateci il nostro futuro».

Proteste contro Daniela Santanchè a Novoli (Firenze).

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Troppo poche ve ne hanno date comunisti di merda!!! andate a studiare anzichè rompere il cazzo a chi lavora!

Anonimo ha detto...

E' proprio perchè vogliono studiare che stanno protestando! Prima di commentare informati

Anonimo ha detto...

io mi domando se parli così solo perchè dietro copertura dell'anonimato....io mi vergognerei, quelli sono ragazzi che protestano per dei diritti dei quali un giorno potrebbe aver bisogno anche tuo figlia o tuo figlio...studia ignorante!

Anonimo ha detto...

al primo anonimo ignorante vorrei dire solo una cosa: spero che un giorno tu abbia bisogno di questi che tu consideri dei comunisti di merda solo perchè rivendicano il loro diritto allo studio...e spero che in quel momento nessuno di loro ti dia una mano sicchè tu possa sprofondare nel tuo marciume, magari con un male incurabile e nessuno sappia cosa fare perchè nn ha avuto la possibilità di studiare un modo per aiutarti...allora forse capirai per cosa si stanno battendo grandissimo p.... .. .....

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi