Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 22 novembre 2010

Riceviamo e pubblichiamo la presente email: a Marzia, consigliamo di valutare la possibilità di fare causa all'azienda sanitaria.


Buongiorno, vi scrivo per segnalare un caso a dir poco SCANDALOSO che mi è capitato all'ospedale Santa Chiara di Pisa. Non chiedo niente, voglio solo che si sappia che razza di persone lavora negli ospedali italiani. Circa un paio di settimane fa ho dovuto portare mia nonna a mettersi un pacemaker (operazione normalmente tranquilla); purtropo è affetta da demenza senile, gli infermieri lo sapevano e al'inizio sembrava non ci fossero problemi. Il giorno dopo l'abbiamo trovata in condizioni pietose, senza il pannolone, tutta sporca di pipì, e quel che è peggio è che era tornata, dal punto di vista mentale, ai livelli di un paio di mesi fa. Oltretutto abbiamo saputo che è stata tenuta sulla padella per più di 10 ore...vi rendete conto? Per fortuna ora si è ripresa, non ricorda quasi più niente, ma vorrei che questa cosa non passasse sotto silenzio!


Vi ringrazio, cordialmente
Marzia B.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

purtroppo ho frequentato gli ospedali x anni di seguito, mia madre è stata cagionevole di salute. ho vissuto situazioni che non potremmo pensare possano accadere proprio in 1 luogo deputato alle cure ed al sollievo dalla sofferenza. sono di firenze ed i reparti di careggi, se non tutti, li ho frequentati. nella maggioranza dei casi,il personale infermieristico e medico, è insofferente. apatico. spesso indisponente. ho dovuto alzare la voce x far sì che facessero il loro semplice dovere, 1 volta ho litigato con 1 intero reparto + l'anestesista x far fare a mia madre la morfina, visto che era appena uscita dalla sala operatoria dove le era stato tolto 1 seno. gli unici reparti che ho trovato efficienti, cioè che si potevano meritare il nome "ospedale", sono del prof. Alterini al S. Luca nuovo, vero medico,e villa Ulivella. non mi sconvolge, purtroppo, lo sdegno di questa persona che si lamenta . ha tutta la mia comprensione e solidarietà, le vorrei consigliare di cuore, se dovesse trovarsi in 1 situazione simile, ma non lo spero ovviamente, di far sentire la sua voce, di non sentirsi intimorita dai camici. sono persone che lavorano con la vita degli esseri umani, non con pezzi di carne, e x lo + sono retribuiti coi nostri soldi.

Anonimo ha detto...

Ospedale di Sestri Ponente a Genova. Qualche anno fa la nonna di mia moglie ricoverata per un problemino ai reni viene trovata una mattina abbandonata dietro un separè, con la flebo sganciata dal braccio e sudatissima. Per giorni ho visto scritto vicino alla cartellina del letto: TANTA MARMELLATA ( sono resine da ingerire per filtrare il sangue ). Ricoverata d' urgenza in altro ospedale aveva la polmonite da oltre 10 giorni ed a Sestri Ponente non avevano neanche guardato le lastre del primo giorno. Un medico mi ha ricevuto in una stanza e ha osato parlarmi con i piedi incrociati sul tavolo davanti al mio naso.

Anonimo ha detto...

Purtroppo ho da raccontare molto peggio...mio padre... anche lui con demenza senile dicono, ma con disturbo bipolare depressivo pregresso in mano a questi carnefici stava morendo... Parlo dell'Ospedale di Campobasso!!!Me lo hanno mandato a casa che schiumava alla bocca e aveva gli occhi chiusi e senza una cura specifica...dicendo:"può andare a casa"..solo perchè non volevano fare il loro dovere!!!Vergogna!!!

Anonimo ha detto...

Vorrei far sapere come funzionano male le cose all'ospedale Regionale di Torrette di Ancona. Allora: mio padre e' stato ricoverato all'ospedale di Torrette per ittero, cioe' colorazione gialla della pelle e sclere degli occhi. Problemi quindi al fegato. Avviso che mio padre e' un ex infermiere che ha lavorato li.Dopo 2 mesi di flebo e prelievi mal fatti con braccia tutte nere con gente di 20 anni li dentro gli e' stata diagnosticata un'ostruzione alle vie biliari. Gli e' stata messa una cannula per far passare la bile al fegato.Tutto ok.Il giallo e' scomparso e in attesa dell'operazione. Il 12 agosto ho parlato col dottore se era ora che mio padre si operasse. La risposta: Mah, non penso perche' se lo operiamo oggi o fra un mese e' la stessa cosa!!! Mio padre e' stato portato a casa e si e' sentito male pochi giorni dopo.Ha avuto un'incidente con mia madre con la macchina dato che era stato mandato fuori dall'ospedale in condizioni pietose...Altro pronto soccorso e operazione. Ma qui sta il bello o il brutto: quando lo hanno aperto per mettergli la plastica definitiva al fegato hanno visto che il male era al pancreas!!!! Ci hanno detto che l'operazione era andata bene e lo hanno riportato in gastroenterologia. Appena svegliatosi dall'anestesia mio padre ha cominciato a impazzire e non stava fermo un attimo.E' stato 5 giorni in gastro, poi un infermiere che aveva lavorato con lui ha detto agli infermieri: ma non vedete che respira male? Gliel'ha dovuto dire lui che lavora in radiologia!!! Lo hanno portato in rianimazione dove lo hanno operato un'altra volta per acqua all'addome e un altra volta per un emoraggia interna. Poi messo in coma farmacologico per 20 giorni. Tra alti e bassi si e' spento il 24 ottobre. 2 giorni prima che morisse il dottore ci ha detto che aveva ina cirrosi epatica dovuta ad un epatite virale che aveva avuto da piccolo come noi abbiamo confermato. Ma e' possibile che nei 2 mesi prima non si siano accorti della cirrosi con tutte le tac all'addome e l'ecografie che hanno fatto? Praticamente dopo la 2° operazione e' stato da me disintegrato l'ospedale perche' con la seconda operazione avevano peggiorato le cose. In pratica e' volato di tutto, fiori,vasi,bidoni,panche distrutte...un hooligans praticamente...Secondo voi cosa avrei dovuto fare? Per me la malasanita' in italia e' il primo problema. Non e' un taglio di capelli come faccio io che faccio il parrucchiere, li c'e la vita di una persona chiunque sia, e non c'e piu' professionalita'. Che ne dite? I principali responsabili sono Il primario IVANO LORENZINI E IL DOTTOR FAVA.

Anonimo ha detto...

Non demordete mai davanti alle difficoltà, se è necessario mettetevi al loro pari ma fate in modo che si sentano di merda loro e non Voi, stringete i denti e dite ciò che è giusto, sono loro che devono chinare la testa, non permettete mai il contrario altrimenti è la fine.Auguri a tutti.

Anonimo ha detto...

Fateci sapere in quale reparto era ricoverata...avete fatto azione legale?
Contattateci
caregivers@mail.org

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi