domenica 28 novembre 2010

Parroco pagava le foto pedopornografiche con i soldi della chiesa


Un sacerdote dell’ordine dei Francescani è indagato dalla Procura di Palermo per pedopornografia e prostituzione minorile. Davide Mordino, 37 anni, ormai ex parroco della basilica di San Calogero di Sciacca, avrebbe pagato fotografie pedopornografiche e prestazioni sessuali con i soldi della parrocchia. Il frate era già stato sospeso da qualche mese, dopo un processo voluto dalla gerarchia ecclesiale.
A denunciare il frate sarebbero stati alcuni giovani parrocchiani. Sulla base di queste segnalazioni, gli agenti del commissariato di Sciacca hanno perquisito le abitazioni del sacerdote, nell’Agrigentino e a Palermo. Un computer è stato sequestrato, e adesso si trova all’esame degli inquirenti, che stanno cercando riscontri alle accuse dei parrocchiani.
Sciacca è divisa su fra Davide Mordino. Qualcuno ha anche organizzato una petizione a sostegno del parroco, adombrando il sospetto di un complotto nei suoi confronti. Anche il popolo di Internet si è mobilitato.
Lui continua a dichiararsi innocente: tornato nella sua città, Palermo, attende le valutazioni definitive dei superiori e soprattutto quelle dei magistrati, Alessia Sinatra e Laura Vaccaro.

Condividi

fonte
dillo@piero ha detto...

l'hanno sospeso perche ha speso i soldi della chiesa no x le foto

Nome

Email *

Messaggio *