*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 29 novembre 2010

Le "rivelazioni" di Wikileaks su Berlusconi


Le "grandi rivelazioni" di Wikileaks su Berlusconi si sono rivelate la caz**ta dell'anno: quelli di Wikileaks hanno tenuto con il fiato sospeso i politici di mezzo mondo, paventando chissà quale documento riservato, per poi partorire (almeno nel caso italiano) il classico topolino. Una strategia pubblicitaria per far parlare di se sulla stampa di tutto il mondo: i politici comunque, erano sicuramente in apprensione, tanto che Frattini aveva messo le mani avanti parlando di un "complotto" per diffamare l'Italia: probabilmente, qualcuno temeva la sortita di ben altri "scheletri nell'armadio"...


"Silvio Berlusconi è il portavoce di Putin", è "fisicamente e politicamente debole" e le "frequenti lunghe nottate e l'inclinazione ai party significano che non si riposa a sufficienza". Non solo, è un "incapace, vanitoso e inefficace come leader europeo moderno". A scriverlo è l'incaricata di affari del Dipartimento americano a Roma, Elizabeth Dibble, in una email top-secret inviata a Washington.

 Il documento fa parte della nuova ondata di file pubblicata dal sito Wikileaks e anticipata ai principali quotidiani del mondo (nessuno di questi italiano).  Se è ancora presto per valutare gli impatti che potranno avere sulla diplomazia internazionale le valutazioni espresse in questi documenti, c'è da dire che per quanto riguarda l'Italia il top-secret è ridicolo: avrebbe potuto fare di meglio una delle tante escort...

Quale persona sana di mente avrebbe mai espresso un giudizio diverso sul re del bunga bunga, dovendo valutare la sua affidabilità di capo del governo? I mass media italiani, super-controllati, molte volte "ammorbidiscono" e rigirano le realtà, ma nel resto del mondo le vicende giudiziarie e gli affari di sesso, droga e rock'n'roll di Silvio non sono passati esattamente sotto silenzio, così come evidentemente non sono stati graditi certi contratti energetici firmati con il Cremlino proprio da parte di uno che la mena un giorno sì e l'altro pure con l'anticomunismo e l'alleanza atlantica....

Condividi

Nome

Email *

Messaggio *