Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

domenica 21 novembre 2010

Riduci un popolo ad una massa omogenea di stupidi e a quel punto fai di loro quello che vuoi! Come ritengo vera questa affermazione! E’ proprio quello che penso stia accadendo nel nostro Paese. Ci beviamo di tutto! Chiunque oggi si può inventare quello che vuole tanto qualche idiota che ci crede lo trova!

Senza nulla togliere al risultato ottenuto, ci riempiamo la bocca di elogi nel commentare gli arresti eccellenti nel mentre tutta l’economia italiana è per il 40% nelle mani della delinquenza organizzata, come se bastasse semplicemente arrestare dei latitanti eccellenti per estirpare la piaga endemica e ormai diffusa in tutto il Paese della delinquenza organizzata (ripeto che non voglio sminuire il risultato) !

Ben vengano gli arresti ma per ritornare ad essere un paese civile e non un paese basato sugli affari illeciti dovremmo partire da iniziative politiche molto più incisive, la criminalità italiana si deve combattere soprattutto contrastando con leggi serie tutte le possibilità di infiltrazioni negli appalti pubblici (che fine ha fatto la legge anticorruzione?), con il controllo capillare dello smaltimento dei rifiuti e con l’arresto immediato di quegli imprenditori del nord che sovvengono alle norme sul corretto smaltimento dei rifiuti tossici (le fabbriche ci sono solo al nord ed i rifiuti tossici si producono lì).

Abbiamo creato uno Stato dove il senso della giustizia è umiliato, dove l’impunità è diventata la prassi e la certezza della pena un optional.

Dove la Magistratura invece di essere aiutata a svolgere correttamente il proprio ruolo viene costantemente denigrata e delegittimata.
Dove non si capisce più bene se gli interventi delle forze dell’ordine sono a difesa della legalità o più semplicemente del potere.

La mia speranza è riposta nella reazione che sta avendo quella consistente fetta di popolazione che ha mantenuto la capacità di senso critico (per fortuna ritengo che sia ancora la maggioranza) che però si trova a dover fare i conti con una legge elettorale che avvantaggia un particolare schieramento politico partendo dal presupposto che si vada a votare per un’ideologia e non per salvare il paese dal baratro.

In tutti i ranghi dell’opposizione si assiste ad uno scontro tra i vari schieramenti convinti che ci si trovi di fronte ad una situazione ordinaria dimenticando che il momento storico che si sta vivendo è di allarma generale e di alto rischio sia per la tenuta della politica sia per la tenuta dell’economia.

La paura che quattro “scellerati” all’ultimo momento si vendano   per lasciare che un cumulo di loschi personaggi continui in Italia a fare il bello e cattivo tempo pensando solo ai propri sporchi interessi è forte. Se questo avverrà si ricordino queste persone che nel caso la situazione dovesse degenerare   (cosa che non credo sia difficile visto lo Stato di abbandono in cui il paese reale si trova) ne saranno ritenuti responsabili al 100%.


Per condividere su Facebook o altri social network utilizza l'apposito pulsantino sotto il post

Fonte

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Carissimo,
è bello che ci siano voci libere e che rimangano tali.
Perché queste voci libere rivestano correttamente il proprio ruolo, tuttavia, è importante che siano obiettive, oppure che, se sono schierate, lo dicano apertamente.
Non c'è persona di cui io mi fidi meno di chi si dice obiettivo, capace di dire "cose che mai nessuno ti dirà", e invece canta le solite solfe - ormai dei jingle - che orecchie fresche non sanno ancora distinguere, purtroppo.

Amico mio, le mie orecchie sono ben allenate, e se io sono schierato da una parte diversa dalla Tua (riconoscibilissima) è soprattutto perché sono cinquant'anni che ascolto solfe come le tue, e tutte provenienti da depositari della Verità, che Ti somigliano moltissimo.
Un caro saluto.

Mi pubblico come anonimo per non lasciarTi i miei datidi account (Cosa vorresti farne?), ma mi chiamo Marco Gilardoni.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi