Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura


Servono 1.000.000 di firme per mettere renzi e soci con le spalle al muro, con una legge di iniziativa popolare. Il comitato promotore ha raccolto 850.000 firme, tra web e dal vivo, i media non ne parlano e non ne parleranno, per evitare imbarazzi a Renzi, che sarebbe in difficoltà a dire NO alla cancellazione del vitalizio a corrotti, mafiosi e affini... vogliamo continuare a dire "tanto non cambia niente" - "tanto non serve a niente" o ci iniziamo a muovere per ottenere ciò che esigiamo? Una semplice firma conta più di quanto sembra. Grazie ai referendum non ci hanno imposto il nucleare, anche se c'è da dire che quello sull'acqua è stato disatteso... e più ne disattenderanno, più la gente aprirà gli occhi... calano i consensi e convincere la gente è sempre più difficile per loro... FIRMATE!!!
lunedì 8 novembre 2010


I fumatori hanno una parte del cervello più piccola rispetto a chi non ha mai accesom una sigaretta. A rivelarlo è un gruppo di studiosi inglesi, che ha individuato un nesso causale tra sigarette e cervello, senza però stabilire se sia la nicotina a restringere la materia cerebrale o se i soggetti con meno cellule nell’area individuata siano più suscettibili alla dipendenza.

I ricercatori dell’Università di Berlino e del German National Metrology Institute hanno esaminato con la risonanza magnetica i cervelli di 22 fumatori e 21 soggetti che non hanno mai fumato: sulla base delle immagini tridimensionali ottenute hanno scoperto che lo spessore della corteccia mediale orbitofrontale è più sottile in media nei fumatori, e lo spessore diminuisce all’aumento delle sigarette fumate e del tempo trascorso da quando si è preso il vizio.

Secondo i ricercatori non è possibile stabilire se la condizione si sviluppi per le sigarette o per una predisposizione genetica. Ma gli esperti hanno già in mente un nuovo studio su persone che hanno smesso di fumare, per verificare se l’area del cervello interessata riacquisti o meno uno spessore normale.


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi