Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

giovedì 26 agosto 2010


E' di oggi 26/08/2010 la notizia che Pier Paolo Brega Massone, il celebre primario di chirurgia toracica della "clinica degli orrori" è stato scarcerato, in attesa del processo.

SCARCERATO, NONOSTANTE IL PM ABBIA CHIESTO PER LUI UNA CONDANNA A 21 ANNI, E NONOSTANTE IL PARERE NEGATIVO DELLA PROCURA.

La notizia è passata quasi completamente inosservata: le TV non ne hanno parlato, e i pochi giornali che l'hanno pubblicata, gli hanno dato ben poco rilievo.

Curiosa la motivazione del GIP: "L'attenta lettura dell'istanza posta all'attenzione di questo giudice, proveniente direttamente dall'indagato in forma di missiva, contiene spunti per individuare in Brega Massone (nell'ambito di una linea difensiva rivendicata nella medesima istanza) l'inizio di una rivisitazione critica del proprio operato".

Cosa significano le parole del giudice? Il fatto che Brega Massone "rivisiti criticamente il proprio operato" è da considerare una sorta di attenuante? Merita la libertà per questo? Onestamente, ci sembra un'interpretazione piuttosto "insolita", per non dire una "forzatura".

Questo "signore" è stato intercettato mentre si vantava di "pescare polmoni nell'oltrepo pavese", si vantava parlando con la moglie dei guadagni che ricavava dal suo modo di lavorare, "questo mese mi faccio 44.000 euro con 4 polmoni"... parlava dei pazienti come se fossero manichini, e adesso basta una missiva per riabilitarlo?

Considerando che è accusato di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà, considerando la gravità dei delitti del quale è accusato, la richiesta di 21 anni di reclusione non è già troppo lieve? Cosa deve fare in Italia una persona per essere condannata all'ergastolo? Anche perché con tutti i benefici di legge previsti in Italia, anche se fosse accolta la richiesta del PM, di condannarlo a 21 anni, potremmo rivederlo in giro dopo meno della metà di tale termine.



Altri articoli correlati:

BREGA MASSONE SCARCERATO, DI "REPUBBLICA":



0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi