Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta governo esteri economia editoriale scandali fatti e misfatti salute diritti civili mass media giustizia ambiente sanità USA crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi libertà forze dell'ordine scienza censura lavoro cultura berlusconi infanzia animali chiesa centro energia internet mafie riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie europa carceri satira scuola immigrazione eurocrati facebook banche euro grillo renzi manipolazione mediatica pensione bilderberg mondo alimentari signoraggio razzismo manifestazione finanza sovranità monetaria massoneria debito pubblico guerra travaglio Russia disoccupazione tasse militari poteri forti UE ucraina trilaterale geoingegneria parentopoli Grecia germania siria banchieri inquinamento mario monti enrico letta marijuana big pharma napolitano nwo obama vaccini Traditori al governo? agricoltura ogm austerity sondaggio tecnologia Angela Merkel bambini canapa meritocrazia umberto veronesi vaticano armi cancro fini suicidi PD terrorismo BCE clinica degli orrori equitalia privacy video nucleare prodi boston israele ministero della salute sovranità nazionale bancarotta eurogendfor fondatori del sito globalizzazione iene monsanto staminali INPS Putin droga acqua bufala marra matrimoni gay nigel farage nikola tesla politica anatocismo evasione fisco magdi allam moneta pedofilia usura FBI elezioni francia fukushima informatitalia.blogspot.it ricchi società troika Aspen Institute Auriti CIA Giappone adam kadmon africa attentati autismo bavaglio costituzione draghi federico aldrovandi fiscal compact fmi giuseppe uva golpe lega nord nsa petrolio sicilia stamina foundation terremoto Cina Onu assad controinformazione crimea frutta giovanardi goldman sachs imposimato mcdonald mes psichiatria rifiuti rockfeller rothschild sciopero servizi segreti slot machine spagna svendita terra torture turchia violenza Marco Della Luna aldo moro arsenico barnard bonino edward snowden famiglie fed forconi inciucio laura boldrini m5s magistratura nato no muos no tav palestina proteste storia suicidio università vegan virus 11 settembre 9 dicembre Fornero Ilva Muos NASA Svizzera aids alan friedman alimentazione antonio maria rinaldi borghezio carne chernobyl corruzione corte europea diritti uomo delocalizzazione diffamazione disabili ebola educazione elites esercito farmaci gesuiti gheddafi giuliano amato hiv illeciti bancari illuminati india influencer informazione iraq islam islanda latte legge elettorale marò microspia mmt paola musu precariato prelievi forzoso privilegi propaganda prostituzione radioattività salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati sovranità individuale spread stati uniti stefano cucchi taranto ungheria veleni verdura Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL Unione Europea aborto aborto forzato affidamento alluvione amato anonymous anoressia argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio brevetto btp by cambiamento camorra cannabis capitalismo carabinieri casaleggio cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani davide vannoni dell'utri denaro dentista dentisti denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dittatura dogana domenico scilipoti donne dossier duilio poggiolini ebook egitto elettrosmog eroina eurexit europarlamento fallimento false flag fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giustizia sociale gold hollande ignazio marino ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie maratona mariano ferro marine le pen mario draghi mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra mossad multe musica natura nuovo ordine mondiale obbligazioni ocse oligarchi omofobia oppt orban overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia ricerca riformiamo le banche rigore riserva aurea risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scoperto secessione sert sfratto sisa snowden speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse telefono cellulare teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen trust tsipras twitter universo uranio impoverito uruguay vati vegetariani vessazioni vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

venerdì 4 marzo 2011
Districarsi nella giungla del "mercato libero" non è facile, in giro c'è molta confusione e poca informazione, nonostante la questione riguardi tutti da vicino, La bolletta energetica è un capitolo di spesa alla quale nessuno può sottrarsi, il cui costo, crescente, pesa sempre di più nel bilancio familiare.

Insieme agli amici di nocensura.com, Francesca e Alessandro, abbiamo elaborato questo testo, che spero possa aiutarvi a fare chiarezza sull'argomento, il mercato libero dell'energia consente agli utenti un REALE RISPARMIO sulla bolletta dell'energia elettrica: tuttavia, il risparmio NON E' AUTOMATICO come qualcuno erroneamente crede, in realtà ci sono offerte convenienti ed altre svantaggiose:  effettivamente, anche la definizione "mercato libero", incentiva a pensare che si tratti di una cosa conveniente, ed in effetti LO E', a patto di non farsi malconsigliare da loschi venditori...
- - - - - - - - - -
La liberalizzazione del mercato dell'energia, con la conseguente fine del monopolio dell'ENEL, ha aperto un mercato che vale molti miliardi di euro a numerose aziende, fatto che avrebbe dovuto generare concorrenza, portando benefici e risparmio ai consumatori: cosa parzialmente avvenuta, tuttavia non sono mancati problemi e truffe, questione che avevamo affrontato in questo articolo pubblicato il 17 Febbraio.

La giungla delle tariffe è terreno fertile per promotori e venditori truffaldini, alla quale alcuni cittadini si affidano con troppa leggerezza, ammaliati dai classici "sorrisi a 32 denti" di chi deve vendere qualcosa: molteplici i casi di truffa in tutta Italia, spesso perpetrati dai promotori ingaggiati per cercare nuovi clienti mediante il "porta a porta"; in più casi, per incassare la provvigione derivante dall'acquisizione del nuovo cliente, qualcuno ha riempito i moduli a nome di ignari cittadini, falsificandone persino la firma. In altri casi, utenti che sono passati a nuovi gestori con la convinzione di risparmiare, hanno visto lievitare le proprie bollette: NON TUTTE le nuove aziende entrate nel mercato propongono tariffe convenienti! Il mercato è LIBERO, ogni azienda può fare (come per ogni altro settore) le tariffe che vuole, anche più costosa di quella che va a sostituire.

Ovviamente e fortunatamente non tutti i venditori sono truffatori, ma ricordiamoci che in particolare quelli "porta a porta" che non rivedrete mai più, hanno interesse a concludere il contratto, e illustreranno probabilmente la loro proposta come "la migliore del mercato", indipendentemente dalla convenienza reale.


In alcune regioni sono presenti sul mercato anche aziende di modeste dimensioni, che coprono zone ristrette, da poche provincie a qualche regione; senza generalizzare, perché sicuramente la maggioranza di queste società sono serie, vogliamo mettervi in guardia, invitandovi alla massima prudenza (informatevi accuratamente) prima di stipulare contratti con aziende piccole e semi-sconosciute. Nutriamo forti perplessità circa la loro affidabilità, e considerando l'importanza della questione, non è cosa da poco.
Affidarsi ad aziende modeste e poco organizzate, espone maggiormente al rischio di andare incontro a problemi disservizi di varia natura, che possono causare notevoli disagi. 

Le cronache riportano numerosi casi di disservizi, alcuni al limite della truffa, inoltre alcune aziende per "introdursi nel mercato" possono proporre prezzi particolarmente bassi e aumentare sensibilmente le tariffe senza alcun preavviso, dopo aver acquisito un bel po' di clienti. E magari se l'utente se ne accorge e intende passare a un nuovo operatore, ostacolano le pratiche, costringendolo (a meno che non sia disposto a rimanere "al buio") a pagare bollette più "salate" del normale per lunghi mesi, salvo affidare la pratica ad un avvocato, con annessa parcella. Alcuni utenti lamentano invece l'inadeguatezza del servizio di assistenza di alcune società: praticamente inesistente, di conseguenza anche piccoli problemi divengono rilevanti. Possono capitare molti altri disservizi che, difficilmente riguardano aziende conosciute e "di livello", a cui questi problemi causerebbero un danno d'immagine rilevante. DIFFIDATE SEMPRE di operatori semi-sconosciuti e di NON COMPROVATA serietà e affidabilità. 

A tutti coloro che non sono passati al mercato libero, attualmente viene applicata la ben poco vantaggiosa "tariffa a maggior tutela"Di seguito illustriamo alcune proposte e vi proponiamo un calcolo delle tariffe e del risparmio che potete ottenere passando al mercato libero: è evidente come non tutte le proposte siano convenienti! Qualcuno è entrato nel "mercato libero" per risparmiare, e si è trovato la bolletta anche fortemente appesantita.

Considerando che sul mercato sono presenti aziende che non coprono l'intero territorio nazionale, abbiamo preso in esame le proposte disponibili a Milano: ovviamente, nel caso di aziende presenti a livello nazionale come EdisonENELSorgeniaENI, etc queste valgono in tutta Italia.



Prendiamo in esame una bolletta per un consumo di 3.200 kWh/anno e una potenza di 3kW a Milano: le cifre indicate sono comprensive di IVA e riferite a un'utenza privata (per le aziende le tariffe sono diverse)

Operatore e nome offerta: Note Costo annuale Risparmio annuale*
AEEG "Maggior tutela"  tariffa indicizzata AEEG 557.09 Questa è la tariffa applicata a chi non è passato al "mercato libero" Dettagli



Edison "web luce monoraria" Pz Bloc Euro 510.93 Euro 46.15  Dettagli
Trenta - "Monoraria web" tariffa indicizzata NON AEEG Euro 517.97 Euro 39.12  Dettagli
ENEL - "E-light" Pz Bloc - Ctr 12 mesi Euro 519.74 Euro 37.35  Dettagli
Trenta "Monoraria" tariffa indicizzata NON AEEG Euro 523.24 Euro 33.85  Dettagli
Edison "Luce sconto sicuro" tariffa indicizzata AEEG Euro 525.47 Euro 31.62  Dettagli
ENI - "Free" tariffa indicizzata AEEG -  ctr indeterminato Euro 534.20 Euro 22.89  Dettagli
AGSM - "Chiara" tariffa indicizzata AEEG -  ctr 12 mesi Euro 543.16 Euro 13.93  Dettagli
ACAM - "domestica sconto autorità" tariffa indicizzata AEEG -  ctr 12 mesi Euro 543.16 Euro 13.93  Dettagli
BLUENERGY "Enegia 5%" tariffa indicizzata AEEG -  ctr 12 mesi Euro 543.16 Euro 13.93  Dettagli
Sorgenia - "Libero casa bioraria" tariffa indicizzata AEEG Euro 545 Euro 11.68  Dettagli
AGSM - "Chiara bioraria" tariffa indicizzata AEEG Euro 559.74 Sovrapprezzo Euro 2.65
ABenergie - "Casa risparmio bioraria" tariffa indicizzata AEEG Euro 562.12 Sovrapprezzo Euro 5.03
BLUENERGY "Fisso casa bioraria" tariffa indicizzata AEEG Euro 574.07Sovrapprezzo Euro 16.98

*Il risparmio è calcolato in base alla tariffa standard applicata a chi non è passato a mercato libero.
Legenda: AEEG "Autorità per l' Energia Elettrica e il Gas"  - Pz Bloc Prezzo Bloccato - Ctr  Contratto

Se la possibilità di pagare un sovrapprezzo sull'attuale bolletta vi spaventa, pensate che sul mercato ci sono anche tariffe ben peggiori di quelle prese in esame: se passate all'offerta  "Eni relax" di Eni, la bolletta in oggetto, (calcolata su un consumo di 3.200 kW e una potenza di erogazione di 3kW) vi costerebbe addirittura 617.23 euro, con un sovrapprezzo di Euro 60.14! Vi andrebbe decisamente peggio se sottoscrivete l'offerta ENEL denominata "Energia Pura Bioraria": quella bolletta sarebbe stata di Euro 720.22 con un sovrapprezzo di ben 163.13 Euro!

Sulla tabella, per motivi di spazio, non abbiamo riportato la totalità delle offerte disponibili sul mercato: ci siamo limitati a riportare quelle più convenienti e qualcuna svantaggiosaper "rendere l'idea" del mercato libero. Dopo aver preso in esame le offerte disponibili, vi consigliamo di passare senza dubbio al mercato libero dell'energia, aderendo all'offerta di  Edison Peraltro, l'offerta più vantaggiosa è quella riservata a chi sottoscrive l'abbonamento mediante il sito di Edison: (l'offerta si chiama web luce monoraria) andate a darci un'occhiata.

Per visitare il sito di Clicca qui

Antonio Bacherini di nocensura.com
Hanno collaborato: Francesca e Alessandro

Diffondete liberamente la nostra ricerca anche su qualsiasi blog o pagina Facebook, indicando come autore lo staff di nocensura.com

Condividi su Facebook

4 commenti:

cinzia ha detto...

vi consiglio di informarvi BENE sugli oneri di dispacciamento, che vengono serenamente ignorati anche dal sito dell'AEEG.
E' molto utile verificare anche la durata del contratto, e le condizioni di rinnovo,perchè spesso il trucco sta proprio lì.
Per gli amanti delle scienze economiche, non è male ripassare la formazione del prezzo in condizioni di oligopolio per i beni a domanda rigida (e così si vede come il cosiddetto "mercato libero" non sia altro che un oligopolio privato che ha sostituito un monopolio pubblico a prezzi controllati).
Dopodichè ringraziamo Bersani...

Anonimo ha detto...

Ciao ragazzi.. come avete fatto a calcolare i 557.09 euro annui di enel servizio elettrico (maggior tutela)? Il costo della bolletta,oltre che dal consumo, dipende anche dalla fascia oraria (bioraria AEEG) e ad ogni fascia oraria corrisponde un prezzo dell'energia.. credo non sia facile arrivare ad una cifra precisa come avete fatto voi. Non dimentichiamoci poi delle imposte (accise e addizionali), e delle varie voci che compongono la bolletta e che ne fanno il prezzo..
Se poi il risparmio annuo è solo di 10, 15 euro, io come consumatore preferisco restare con la maggior tutela. Ps: se dovesse capitarvi un guasto o aveste bisogno di un intervento tecnico e ne fate richiesta al vostro venditore, provate a vedere chi è più celere nell'intervento tra il mercato libero e la maggior tutela...
Al di là di questo, grazie per le indagini interessanti che proponete..
Nadia

Anonimo ha detto...

mi sembra un buon articolo. grazie

Anonimo ha detto...

Ho letto con molta attenzione il Vs. articolo e, da addetto ai lavori, posso confermare che quanto da Voi pubblicato corrisponde alla realtà quasi in tutto.
Mi lascia solo molto perplesso la grande diffidenza nei confronti delle piccole aziende.
La serietà non si misura dalle dimensioni di un'azienda, ma da chi l'ha fondata e da chi la gestisce.
Mi vengono riferite dai miei collaboratori lamentele per disagi subiti da parte di piccole, medie e grandi aziende.
Molte volte (tralasciando i truffatori) sono solo difficoltà dell'utente nel comprendere quanto indicato in bolletta.
Il mio consiglio è quello di instaurare un dialogo con la società di vendita (dall'altro lato del telefono ci sono sempre persone) ed avere la pazienza di farsi spiegare quanto non è chiaro.
Sempre che qualcuno ti risponda subito... come purtroppo non accade nelle grandi aziende!
Mario

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi