Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

giovedì 9 febbraio 2012
Un ex militare dell'esercito israeliano ha raccontato le atrocità commesse, la pulizia etnica e i massacri perpetrati contro i palestinesi durante l'invasione del 1948.
In un video-testimonianza trasmessa anche dal canale satellitare "Press Tv", Amnon Neumann ha confessato di aver partecipato alle operazioni di espulsione dei palestinesi disarmati dai loro villaggi nel sud della Palestina occupata.
Nell'ammettere i suoi crimini, Neumann ha detto di aver aiutato a uccidere i civili, bruciare villaggi e a spaventare donne e bambini.

"E' molto chiaro. Siamo venuti per ereditare la terra. Da chi la ereditate? Se la terra è vuota, da nessuno. Ma la terra non era vuota quando siamo venuti" ha dichiarato.
Il veterano israeliano ha detto che la ragione dei massacri contro i palestinesi nel 1948 è l' "ideologia sionista".

"Come tutti i movimenti ultra-nazionalisti, il sionismo è stato coinvolto in omicidi, in espulsioni di civili e nella distruzione di tutte le prove della loro esistenza. Quelle non distrutte devono essere permanentemente soggiogate dall'etnia al comando" ha spiegato Neumann.

L'occupazione della Palestina da parte dei sionisti nel 1948, nota come il "Giorno della Nakba" o il "Giorno della Catastrofe", che ha portato alla creazione artificiale dell'entità di Israele, è stata la causa dell'emigrazione forzata di circa 700.000 palestinesi in altri paesi.

Tel Aviv non ha intenzione di cedere ad alcun compromesso che favorisca il ritorno dei palestinesi nella loro terra di appartenenza.

I palestinesi, d'altro canto, dichiarano di avere un diritto sia legale che morale di ritornare nel loro paese d'origine che sono stati obbligati ad abbandonare con la forza.



fonte



0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi