domenica 19 ottobre 2014

La guerra dei poveri: il giochino è sempre lo stesso, "divide et impera"


A cura di nocensura.com

Da blogger e da cittadino che passa diverse ore al giorno sul web, ho notato un incremento del razzismo e dell'intolleranza incredibile negli ultimi anni...
Quando ho iniziato la mia attività di blogger l'atmosfera non era questa. Sui gruppi dediti alla "controinformazione" e sui "blog liberi" che un tempo parlavano di banche, di signoraggio, etc. ora il tema principale è l'immigrazione... che sembra la causa di tutti i mali del paese.

L'acuirsi della crisi ed il deterioramento della qualità della vita degli italiani sta conducendo molte persone all'intolleranza: ed i discorsi di certi politici, così come aver nominato ministro la Kyenge, ha contribuito a PEGGIORARE la situazione, e non a migliorarla... e personalmente non credo affatto che chi ha fatto certe scelte intendesse promuovere tolleranza e integrazione... personalmente non credo agli "errori", alle "leggerezze", ne in materia di immigrazione, ne in materia economica: solo un mentecatto può credere che Mario Monti non fosse cosciente degli effetti che le sue politiche "salva Italia" - "cresci Italia" avrebbero prodotto.

Tornando alla questione dei migranti, personalmente non sono un "Immigrazionista", non sono un sostenitore "dell'accoglienza ad oltranza", tuttavia preferisco prendermela con gli AFFAMATORI che con gli AFFAMATI.

Ormai anche gli alluvioni sono un'occasione per sparare a zero sui migranti: spalano? Non spalano? Quanti e quanto spalano? La pagina X condivide una foto che sostiene che non spalano, ventimila condivisioni. La pagina Y risponde con le foto di migranti che spalano, ottenendo però meno risalto. E anche questo evidenzia quale sia l'aria, sempre più pesante e puzzolente, che si respira in questo paese.

ANZICHE' PRENDERSELA CON GLI AMMINISTRATORI CHE DOPO L'ALLUVIONE DI 3 ANNI FA CHE OLTRE A PROVOCARE INGENTISSIMI DANNI COSTO' LA VITA A 6 PERSONE, NON HANNO MESSO IN SICUREZZA GENOVA (ma anche la Maremma, il parmense e le altre zone alluvionate... così come altre zone non hanno subito alluvioni solo perché non ci sono state piogge intense) GLI ITALIANI SI PREOCCUPANO DI VERIFICARE SE I MIGRANTI DANNO O MENO UNA MANO...

GLI ARTICOLI CHE DIMOSTRANO CHE ENTI LOCALI E GOVERNO ERANO STATI INFORMATI DEL GRAVE RISCHIO DI DISASTROSE ESONDAZIONI (Vedi http://informatitalia.blogspot.it/2014/10/alluvione-genova-avevamo-dato-lallarme.html)  HANNO RICEVUTO MOLTE MENO CONDIVISIONI DELLE FOTO SUL CONTRIBUTO DEI MIGRANTI...

SPALANO O NON SPALANO? QUESTO IL DUBBIO AMLETICO DEGLI ITALIANI AI TEMPI DELLA CRISI... "SPALANO O NON SPALANO, QUESTO è IL PROBLEMA... "

Roba  che se non si parlasse del paese dove sono nato, dove vivo e dove vivono le persone a cui voglio bene, mi sbellicherei dalle risate.

QUESTO è UN PAESE SENZA SPERANZA, E MI DISPIACE DIRLO, CHE MERITA TUTTO QUELLO CHE STA SUBENDO!


E' evidente che c'è un disegno per alimentare tensione sociale, scatenare la "guerra tra poveri", orientare la rabbia degli italiani verso lo straniero, e non verso governo-banchieri-Europa-troika-multinazionali... a lor signori fa comodo tutto questo.

Lor signori che non si preoccupano degli italiani, figuriamoci se si preoccupano degli stranieri! "Mare nostrum" non serve per salvare vite, infatti da quando è partita questa scellerata operazione le morti in mare non sono diminuite, bensì aumentate: quest'anno sono morte nel mediterraneo 3.000 persone, MAI i morti sono stati così tanti... (vedi: http://www.nocensura.com/2014/09/chi-ha-voluto-mare-nostrum-ha-sulla.html) MA I VIAGGI DELLA MORTE con i barconi sono un colossale business per le MAFIE, mentre l'accoglienza lo è per le cooperative vicine ai partiti, oltre che per le cosche (vedi: http://www.grandangoloagrigento.it/i-nuovi-business-della-mafia-agrigentina-immigrati-e-centri-di-accoglienza/)

Sta accadendo, lentamente ma inesorabilmente, ciò che è accaduto in Grecia, un paese ormai allo sbando totale dove la miseria dilaga (vedi:
http://www.nocensura.com/2014/06/grecia-allo-sbando-ormai-e-medioevo-il.html) la differenza tra Italia e Grecia sta nel fatto che attualmente la situazione del paese ellenico è peggiore (ma la direzione intrapresa dall'Italia è la medesima... abbiamo lo stesso cancro della Grecia, solo che la loro metastasi è ad uno stadio più avanzato, ma ci arriveremo... e come se ci arriveremo di questo passo!)

Anche in Grecia con l'acuirsi della crisi il razzismo e la xenofobia sono cresciuti esponenzialmente, al punto che un elettore greco su quattro vota "Alba Dorata", che alimenta il razzismo e le tensioni sociali, anziché spiegare ai greci cosa è accaduto, ovvero il fatto che lo spread greco sia stato portato a quota 1500 punti, ed i greci si sono trovati a pagare un tasso di interesse insostenibile del 15% per ottenere liquidità: un tasso che avrebbe mandato in bancarotta qualsiasi nazione, un tasso che ha prosciugato la ricchezza del paese lasciando inalterato - anzi, aumentando - il debito pubblico.

Quando nel 2011 elevarono il famoso "spread" italiano a quota 500, imponendoci Mario Monti, l'Italia otteneva liquidità ad un tasso del 6% circa; ovvero lo Stato doveva corrispondere un tasso del 6% a chi investiva nei titoli necessari per ottenere liquidità - visto che non abbiamo la sovranità monetaria e lo Stato non emette moneta, ma titoli di stato - pensate cosa sarebbe accaduto se avessero portato tale indice a quota 1500, costringendoci a pagare un tasso del 16% di interesse... avremmo fatto la fine della Grecia; con uno spread a quei livelli anche la Germania avrebbe fatto quella fine, si tratta di scelte fatte a tavolino da chi manovra i "mercati" come un'arma, a proprio uso e consumo...

MA IL PROBLEMA, LA CAUSA DI TUTTI I MALI, IN ITALIA COME IN GRECIA, PER AMPIE FASCE DI POPOLAZIONE, SONO GLI STRANIERI...

Quanto ci costano i migranti? 
Quanto ci costa Mare Nostrum? Facciamo 1 miliardo all'anno, stando larghi.

EBBENE, SOLO A TITOLO DI INTERESSI SUL DEBITO PUBBLICO TRUFFA NE PAGHIAMO 100 ... CENTO !!! FATE LE VOSTRE CONSIDERAZIONI...

"L'Italia in 30 anni ha pagato 3.100 miliardi di euro di interessi sul debito"
http://www.nocensura.com/2013/07/litalia-in-20-anni-ha-pagato-3100.html


PER CAPIRE LE VERE CAUSE DELLA CRISI, LEGGETE QUESTO ARTICOLO, CON MOLTI APPROFONDIMENTI:
http://www.nocensura.com/2014/10/istat-litalia-non-cresce-piu-dal-2011.html


AR - nocensura.com


Nome

Email *

Messaggio *