Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

giovedì 11 luglio 2013
Da oltre un mese i cronisti fiorentini volteggiano sopra Palazzo Vecchio e scartabellano le quattromila pagine di un’inchiesta giudiziaria  denominata “Bella Vita“  sulle escort a Firenze  che sembra ricalcare copioni già visti , a cominciare da quella battutaccia tra due clienti delle ragazze, «quando ci si vede si fa a scambio di figurine» che  riporta alla memoria  non poco il berlusconiano motto sulla «patonza che deve girare» nelle sue conversazioni telefoniche con Gianpi Tarantini («due le porto anch’io, ce le prestiamo»). 
Il punto è capire se l’ennesimo fango sollevato da un’  Italia sempre più squallida e perennemente in vendita, affollata di fidanzati magnaccia («alza un po’ il tiro, cara, fatti valere») e studentesse “marchettare” per una vacanza o una borsa griffata, possa colpire il “Palazzo” retto da Matteo Renzi, l’eterno promesso sposo della politica nazionale. 
La Nazione, giornale storico della Toscana , ha titolato con un bel carico di ambiguità«Palazzo Vecchio da gossip, sesso in ufficio», quando è venuta fuori la notizia che persino un funzionario comunale era nelle carte dell’indagine per una seduta di sesso rovente nella sala conferenze di una sede distaccata del Comune di Firenze.

Un ruolo fondamentale lo aveva un sito internet che offre escort: si tratta di escortforum.com, uno dei portali più conosciuti nel mondo della prostituzione. Secondo le ipotesi di accusa, i clienti potevano entrare negli hotel a piacimento, senza controllo, con la connivenza dei proprietari, finiti in prima persona sotto la lente della procura. Secondo la ricostruzione, dopo uno scambio di sms che confermava la disponibilità della prostituta, il cliente entrava nella struttura alberghiera.

Diverse telefonate sono partite da almeno cinque utenze intestate al Comune di Firenze, intercettate tra dicembre 2011 e marzo 2012 dalla polizia, e indirizzate al cellulare di questa estetista romena, una certa A., e di altre escort coinvolte nel giro dell’hotel Mediterraneo. Dalla mole di atti depositati, seppur pieni zeppi di omissis, sono emerse nuove, bollenti, intercettazioni e nuovi nomi, che coinvolgerebbero questo dirigente del Comune di Firenze, due assessori e un esponente di spicco del Pd. Infatti questa non è l’unica inchiesta che starebbe seguendo la Procura, ma ce ne sarebbe un’altra parallela non legata all’hotel Mediterraneo: un giro allargato di escort che riguarda nomi eccellenti al di fuori di quell’albergo.

Lei è A., la 42enne rumena tanto ambita. Sala conferenze del palazzo della direzione Mobilità di via Giotto, nei primi mesi del 2012 tra questa escort e l’allora capo segreteria dell’assessore Pd alla Mobilità, Massimo Mattei. Da allora è iniziato uno strano valzer di incarichi. Il funzionario coinvolto, formalmente però non ancora indagato, è stato trasferito qualche mese fa alla Villa di Rusciano, come capo di gabinetto dell’assessore comunale all’Ambiente, Caterina Biti. Giovedì scorso l’assessore Mattei ha rassegnato le proprie dimissioni, ufficialmente per motivi di salute. Sospetto anche il passaggio del capo di gabinetto di Renzi, a parlamentare e responsabile enti locali del Pd. Infatti, proprio un anno e mezzo fa (cioè quando è partita l’inchiesta) un dipendente del Comune di Firenze presentò un esposto affinché venissero effettuati controlli su alcune utenze comunali e nello specifico quelle della segreteria e dell’ufficio di gabinetto del sindaco, Matteo Renzi, accusati di assenteismo. Certi “rumors” dicono che proprio da quelle indagini gli inquirenti si sarebbero imbattuti nel giro delle escort.


Fonte: http://odiolacasta.blogspot.it/2013/07/bunga-bunga-in-municipio-trema-la.html

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi