Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

venerdì 19 aprile 2013
E se la Germania fosse il paese con le diseguaglianze piu' grandi di tutta l'Europa occidentale? Dopo la pubblicazione dei dati BCE sui patrimoni privati europei, continua il dibattito sulla ricchezza e la povertà in Germania. Dal blog jjahnke.net con dati BCE, OCSE, Destatis.de, Ministero Federale del Lavoro
Patrimoni medi privati nell'Eurozona in migliaia di Euro (Fonte BCE)
I dati pubblicati dalla BCE sui redditi e i patrimoni nell'Eurozona documentano chiaramente il fallimento della politica sociale tedesca e una diseguaglianza sociale molto piu' pronunciata rispetto a tutti gli altri paesi dell'Eurozona.
Il quintile piu' povero in Germania ha un patrimonio netto negativo medio (cioe' debiti) di 4.600 € e si trova nella parte piu' bassa della classifica.
Patrimonio medio del quintile piu' basso in migliaia di Euro (Fonte BCE)

Il rapporto fra il patrimonio medio del 10% delle famiglie con il reddito piu' alto e il patrimonio del quintile piu' basso in nessun'altro paese è cosi' sbilanciato come in Germania, il doppio della media dell'Eurozona.

Rapporto fra il patrimonio medio del 10% delle famiglie con il reddito piu' alto e il patrimonio del quintile piu' basso, misurato come multiplo (Fonte BCE)

Detto diversamente: al decile piu' alto appartiene oltre il 59% di tutti i patrimoni, al contrario, al 60 % piu' basso solo il 6.6 %. La media europea senza la Germania avrebbe un rapporto di 49.1% a 14.9%.

Suddivisione dei patrimoni fra le famiglie. Rosso, 10 % piu' alto; giallo, 30 % medio; blu, 60 % piu' basso (Fonte BCE)

Insieme all'Austria, la distribuzione della ricchezza misurata dal rapporto fra il 10% piu' ricco e il 60% piu' povero in nessun'altro paese è cosi' iniqua come in Germania.
Rapporto fra il patrimonio netto del 10 % delle famiglie piu' ricche e il 60 % piu' basso (Fonte BCE).
La Germania ha anche la percentuale piu' bassa di famiglie che possono permettersi una propria abitazione.
Percentuale di famiglie con un'abitazione di proprietà (Fonte BCE)

Con lo stupidissimo slogan politico "E' sociale solo cio' che crea lavoro" in Germania è cresciuto un ampio settore lavorativo a basso salario, in cui molte persone non possono vivere del loro lavoro e che per tirare avanti hanno invece bisogno di un sostegno da parte del governo. Il livello delle pensioni misurato in rapporto all'ultimo reddito da lavoro percepito, in nessun'altro paese Euro è cosi' basso come in Germania.

Livello delle pensioni in rapporto all'ultimo reddito percepito  (Fonte OCSE)

Con la riduzione dell'indennità di disoccupazione ai soli 12 mesi previsti dalle leggi Hartz, i disoccupati tedeschi nel confronto internazionale sono messi relativamente male.

Durata massima dell'indennità di disoccupazione in mesi (Fonte, Ministero del Lavoro federale)

Nella classifica delle persone a rischio di povertà in Europa occidentale, la Germania si colloca nella parte bassa della classifica. In 11 paesi il rischio povertà è piu' basso, solo nei 5 paesi in crisi e in Gran Bretagna è piu' alto.

% della popolazione a rischio povertà (Fonte, Statistisches Bundesamt)
E' proprio il caso di dire: povera Germania!
Fonte: http://vocidallagermania.blogspot.it/2013/04/povera-germania.html

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi