mercoledì 6 marzo 2013

Venezuela, è morto Hugo Chavez. Accusa: "Contagiato dai suoi nemici"

Morto Chavez, Repubblica riporta la notizia così:


L'annuncio del vicepresidente Maduro dopo una giornata di attesa in seguito al peggioramento delle condizioni. "Piano per destabilizzare il paese". Il ministro della Difesa: forze armate schierate per "garantire il rispetto della Costituzione"

CARACAS - E' morto il presidente del Venezuela Hugo Chavez. Lo ha annunciato il vicepresidente Nicolas Maduro dopo una giornata di voci sulle peggiorate condizioni di salute del leader. Si erano aggravati i problemi respiratori causati da "una nuova e grave infezione". 

Da parte sua il ministro della Difesa, Diego Molero, ha assicurato che le forze armate sono schierate in tutto il Paese per garantire il rispetto della Costituzione e ha invitato "il popolo all'unità e la concordia tra le parti". "Continueremo a lottare per l'ideale" della rivoluzione bolivariana - ha aggiunto Molero - con lealtà, amore e morale".

All'unità del Paese ha fatto appello anche il leader dell'opposizione Henrique Capriles, che ha manifestato il proprio cordoglio alla famiglia e ai sostenitori del presidente scomparso. "In un momento così difficile, dobbiamo dimostrare il nostro profondo amore e rispetto per il nostro Venezuela - ha scritto su Twitter - La mia solidarietà ai familiari e ai seguaci del presidente Hugo Chavez. Ci appelliamo all'unità tra i venezuelani".


Le autorità avevano annunciato che il leader bolivariano era stato sottoposto in questi giorni a una "chemioterapia il cui impatto è molto forte". Intanto il vice presidente Nicolas Maduro ha denunciato l'esistenza di un "piano per destabilizzare" il Venezuela dietro la malattia del leader Chavez. "Non abbiamo dubbi sul fatto che il comandante sia stato attaccato con questa malattia", ha aggiunto Maduro. "Si tratta di un tema molto serio", ha proseguito il vicepresidente, aggiungendo che "gli storici nemici della nostra patria hanno cercato il modo per danneggiare Chavez". Maduro ha parlato durante una riunione del governo trasmessa in diretta tv, spiegando che una commissione scientifica indagherà sulla possibilità che la malattia sia stata provocata da un attacco nemico.

Proprio seguendo questa linea, il Venezuela ha espulso dal suo territorio due addetti militari dell'Ambasciata. Si tratta di David Del Monaco e di David Kostal. Il Dipartimento di Stato Usa in serata ha definito "assurde" le accuse di complotto. "Le dichiarazioni (fatte dal vicepresidente Nicolas Maduro, ndr.) - sono assurde e le respingiamo totalmente" ha detto un portavoce. I commenti sono arrivati poco prima dell'annuncio ufficiale della morte.

Chavez, rieletto nell'ottobre scorso per il quarto mandato, era tornato a sorpresa da Cuba due settimane fa. Il leader bolivariano non compariva in pubblico da quando era stato operato nella capitale cubana l'11 dicembre scorso, il quarto intervento chirurgico cui era stato sottoposto da quando a metà del 2011 gli fu diagnosticato un cancro nella regione pelvica. E da giorni circolano voci e indiscrezioni secondo cui Chavez era ormai in fase terminale.


Fonte: http://www.repubblica.it/esteri/2013/03/05/news/chavez_condizioni_gravi-53892308/


Chávez: "la Cia diffonde il cancro tra i presidenti sudamericani"

Chávez non perde occasione di dar la colpa di tutti i mali del mondo agli Stati Uniti. Per Hugo il tumore della Kirchner è stato causato dalla Cia che prima avrebbe colpito lui, Lula, Lugo, Dilma e Fidel Castro...


Il presidente venezuelano Hugo Chávez è stato il primo a telefonare alla sua omologa argentina Cristina Kirchner, che ha annunciato ieri di avere un tumore alla tiroide , per farle gli auguri per le cure che dovrà affrontare e per l'operazione del 4 gennaio prossimo. Fin qui tutto bene e, anzi, un gesto nobile soprattutto perché arriva da lui, che dal giugno scorso sta lottando contro un cancro e che si è già sottoposto a svariati cicli chemioterapici nelle strutture sanitarie cubane. Il fatto clamorosoè che, parlando di fronte alle Forze Armate bolivariane per i saluti di fine anno e sotto l'occhio onnipresente della tv statale venezuelana, lo stesso Chávez abbia ipotizzato che dietro ai recenti casi di cancro che hanno colpito 5 tra presidenti ed ex presidenti latinoamericani - tra cui lui stesso - ci sia un complotto Usa messo in atto dalla Cia.
"Sarebbe cosí strano immaginare – ha detto in diretta televisiva – che gli Stati Uniti abbiano inventato una tecnologia che induce il cancro, una tecnologia sconosciuta ai più oggi e che si scoprirà solo tra 50 anni?", la domanda maliziosa di fronte ai vertici dell'esercito del suo Paese.
Poi, dopo avere ammesso di non saperlo "con certezza, sto solo rendendo pubblico un mio pensiero", l'analisi al solito ambigua: "E' davvero molto, molto strano che si siano ammalati di cancro prima il presidente paraguayano Fernando LugoDilma Rousseff quando era candidata alla presidenza del Brasile, poi io, alla vigilia di un 2012 che sarà anno di elezioni presidenziali, l'amico Lula e adessoCristina Kirchner".
Come a dire, tutti presidenti di sinistra e dunque target naturali dell'"impero del male", come lui spesso definisce Washington. E poi, immancabile, il solito riferimento al suo "padre putativo" cubano Fidel Castro, anche lui da tempo ammalato (anche se non è dato sapere di cosa) che gli ha suggerito questo questa "analisi".
"Fidel me lo ha sempre detto", ha aggiunto il presidente venezuelano, "Chávez fai attenzione perché questa gente ha sviluppato tecnologie avanzatissime e tu sei molto disattento. Fai attenzione a ciò che mangi". Del resto, ha continuato Chávez nelle sue accuse contro gli Usa, "50 anni dopo si è dimostrato che la Cia aveva lanciato mezzo secolo fa un'operazione chimica, biologica e radioattivacontro il Guatemala contaminando e uccidendo non so quanti cittadini di quel Paese".
---
Paolo Manzo, giornalista free-lance, vive a San Paolo, in Brasile, con la moglie. Parla 6 lingue, laurea alla Bocconi, master all'ICE e scrive, tra gli altri, per CartaCapital, Le Monde Magazine, The News, La Stampa e Il Secolo XIX. Per Baldini e Castoldi ha scritto Lula il presidente dei poveri


Fonte: http://mondo.panorama.it/latinoamericana/Chavez-la-Cia-diffonde-il-cancro-tra-i-presidenti-sudamericani

Nome

Email *

Messaggio *