Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

martedì 6 novembre 2012
"Se non state attenti i media vi faranno odiare le persone oppresse e amare quelle che opprimono" (Malcom X)


"Se la libertà di stampa significa qualcosa, significa il diritto di dire alla gente ciò che non vuol sentirsi dire." [Orwell]

Chi era iscritto alla pagina Facebook o seguiva il nostro blog già nel Novembre dell'anno scorso, ricorderà come venivamo ferocemente contestati dagli utenti quando, mentre tutti esaltavano Mario Monti, presentato in "pompa magna" agli italiani con promesse di "equità e giustizia", noi cercavamo di informare su quali poteri avesse alle spalle, e di conseguenza su

lla natura del suo operato.

"sapete solo criticare" - "non vi va bene nessuno" - "lasciate lavorare Monti e poi giudicate" - "bufala" - se non VERI E PROPRI INSULTI.

Chi conosceva Bilderberg, Commissione Trilaterale, la trama del potere delle potentissime banche d'affari: Goldman Sachs, Morgan Stanley, JP Morgan etc. - sapeva benissimo cosa ci avrebbe aspettato con Mario Monti: la realtà ha persino superato le peggiori previsioni. Ma tali argomenti, oggi molto dibattuti (solo sul web) fino a quel momento venivano affrontati poco, anche dai blogger italiani: la questione ci riguardava già all'epoca, visto che tali gruppi di potere dettano l'agenda al mondo: dal fatto che nel 2012 siamo tutti legati al petrolio, alle guerre. Ma fino a tale momento non ci avevano ancora "attaccato al cuore" come è accaduto da un anno a questa parte.

Noi, nel nostro piccolo, come gestori del blog nocensura.com cerchiamo di dare risalto a informazioni e notizie che riteniamo di pubblico interesse, e diciamo ciò che riteniamo giusto dire e ci auguriamo che possa essere uno spunto di RIFLESSIONE per chi ci legge, a costo di risultare "impopolari" ad una parte delle persone: come avviene quando critichiamo Beppe Grillo. Molti blog preferiscono evitare di affrontare questioni "scomode" o impopolari, ma a noi non interessa avere un click in più, ma dire ciò che crediamo sia giusto dire.

Invitiamo coloro che non condividono un "punto di vista" ad argomentare il proprio, anzichè disprezzare o peggio insultare, dimostrando ben poca apertura mentale e spirito democratico. Purtroppo non sempre è facile riflettere con obiettività, spesso c'è una chiusura mentale che preclude la possibilità di mettere in discussione le proprie convinzioni, impresse dal sistema fin dai tempi della scuola.

Tornando alla nomina di Monti: coloro che non conoscevano i gruppi sopra citati a cui Mario Monti è legato - anzi: sono solo una parte di quelli a cui è legato - si lasciarono convincere dalla gradissima operazione mediatica ordita per farci accettare il "tecnico"; presentato come uno stimatissimo professore simbolo dell'eccellenza italiana nel mondo; una persona fuori dai giochi e gli interessi della politica che avrebbe "risanato" i conti, promettendo quella giustizia sociale ed equità di cui tutti sentiamo il bisogno, oggi più che mai.

Sono queste le MANIPOLAZIONI MEDIATICHE!

Coloro che in quel momento hanno creduto al "teatrino" devono capire di essere state manipolate: non è una cosa di cui vergognarsi, è capitato a tutti: solo che qualcuno ha deciso di "uscire da matrix", ovvero ha aperto gli occhi e cerca di non lasciarsi condizionare dalla propaganda, magari INFORMANDOSI e giudicando i FATTI con distacco e obiettività. Rendersi conto di essere stati "manipolati" è il primo passo da compiere per cercare di non farsi condizionare dai mass media e riappropriarci del proprio cervello.

I nostri pensieri sono COSTANTEMENTE manipolati dal sistema: ci condizionano e spesso non ce ne rendiamo conto. Così come mediante operazioni di marketing riescono a imporre le mode, gli "status symbol", riescono a orientare i nostri pensieri nella direzione che desiderano loro.

Uno di questi casi, a mio modestissimo parere, è la vicenda del FINANZIAMENTO PUBBLICO ai partiti politici;

Una campagna per portare l'opinione pubblica verso il desiderio di abolizione dei rimborsi ai partiti; con cadenza regolare per esser sempre all'attenzione del pubblico, sono emersi i casi Lusi, Belsito, Fiorito e altri. L'abolizione del finanziamento è diventata una priorità del Movimento 5 Stelle, ed è sostenuta da numerose associazioni e movimenti più piccoli, blog, gruppi e pagine Facebook gestite da cittadini. Renzi ha detto che se vincerà lo abolirà: ed è probabile che ci si arrivi, perché questo è funzionale al sistema: i movimenti ed i politici che non saranno "sponsorizzati" dai mass media e sonoramente finanziati da chi ha interessi MILIARDARI e non ha problemi a sganciare MILIONI non potranno fare strada. Se i cittadini si organizzeranno - cosa che prima o poi succederà per forza di cose - non avranno la forza di fare niente, come spiega questo articolo:http://www.nocensura.com/2012/11/come-gestire-il-dissenso-e-soffocarne.html


Alessandro Raffa e Antonio Bacherini per nocensura.com



0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi