Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

sabato 28 luglio 2012


La Cnn ci racconta una storia di aborto in Repubblica Dominicana assolutamente controversa in molte delle sue manifestazioni: una ragazza di sedici anni affetta da leucemia acuta non può essere curata in quanto la chemioterapia probabilmente ucciderebbe il bimbo che ha in grembo.

IMPOTENZA - Nel paese centro-americano l’aborto è vietato per le ragazze adolescenti. Questo però blocca la chemioterapia in quanto il feto potrebbe non sopravvivere alla cura. Peccato però che la giovane stia morendo ed i dottori sono costretti ad assistere impotenti alla cosa. Il feto è di nove settimane e secondo i medici non sopravviverebbe alla cura da cavallo. La madre dela giovane, Rosa Hernandez, sta cercando in ogni modo di convincere il governo dominicano a fare un’eccezione.

SALVATE MIA FIGLIA -
 “Dovremmo tenere conto innanzitutto della vita di mia figlia. So che l’aborto è un peccato ed è contro la legge, ma non dimentichiamo la salute di mia figlia”. Eppure l’articolo 37 della Costituzione Dominicana è chiaro: “il diritto alla vita è inviolabile dal concepimento fino alla morte”. Questo articolo, entrato in vigore nel 2009, ha altresì abolito la pena di morte nel Paese. Miguel Montalvo, direttore del comitato di Bioetica, ha detto che la responsabilità è della famiglia, che deve essere lei a decidere cosa è meglio per la ragazza.

TANTE CHIACCHERE PER NULLA - Le organizzazioni per i diriti umani e della donna sostengono come la ragazza debba essere curata nel più breve tempo possibile, L’attivista Lilliam Fondeur accusa la politica conservatrice del Paese, rea di aver perso tempo prezioso. Ancora adesso le varie commissioni si stanno riunendo per decidere il da farsi, e intanto la ragazza si avvicina sempre di più alla morte. Secondo alcuni avvocati dell’opposizione questa può essere la scusa per ridiscutere la censura nei confronti dell’aborto.
LA PAURA - In questi giorni ad esempio si fa molto parlare degli aborti clandestini che mettono in pericolo la vita delle donne. Il ministro della Salute Bautista Rojas Gomez ha invece spinto per una chemioterapia che protegga allo stesso tempo il feto, ma i dottori non vogliono saperne di muoversi per paura di un’incriminazione. Una posizione dettata forse dalla paura, come spiega Pelegrin Castillo, uno degli autori dell’articolo 37, ha spiegato che i dottori possono curare la donna ma devono evitare l’aborto. Come fosse semplice. 
photocredits: Getty Images
fonte: Giornalettismo



0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi