Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

martedì 24 luglio 2012

“Se avessi la sensazione di imminenti svolte sul piano dell’accertamento della verità, beh probabilmente non avrei neanche accettato la proposta di andare in Guatemala“. Così il magistrato Antonio Ingroia spiega la sua scelta di trasferirsi in centro America ai microfoni de ilfattoquotidiano.it. “Non credo che si possa con questi strumenti e in questa situazione in Italia fare dei grossissimi passi avanti a breve” ha detto il procuratore aggiunto di Palermo che da settembre andrà in Guatemala a ricoprire un incarico all’Onu. “Il conflitto d’attribuzione sollevato dal presidente Napolitano e le posizioni di Scalfari? La mia scelta era maturata da un po’ certo, ma nella mia decisione di partire per il Guatemala ha inciso la considerazione che sono abbastanza scettico sulla possibilità di fare dei grossi passi avanti verso la verità in queste condizioni in Italia” di Giuseppe Pipitone e Silvia Bellotti




fonte: ilfattoquotidiano.it



0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi