Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 9 luglio 2012

Salve mitici ragazzi di nocensura, volevo segnalarvi questo articolo del dottor Alessandro Prota Veterinario, che parla dei danni che causano alcuni i prodotti antiparassitari che contengono FIPRONIL, molti sono comunemente utilizzati per cani, gatti, etc. per esempio il "Frontline", ma non solo. Siete sempre sensibili ai temi riguardanti gli amici a quattro zampe e spero che lo pubblichiate per mettere in guardia gli amanti degli animali


Complimenti (...) Carlo

La ns risposta: Ciao Carlo, innanzitutto grazie per la segnalazione e per gli apprezzamenti;
pubblichiamo volentieri l'articolo a cura del dr Prota che ci segnali, che illustra dettagliatamente i danni alla salute causati dal FIPRONIL. Leggendo l'articolo verrebbe naturale consigliare a tutti di evitare di acquistare prodotti con questo principio attivo, ma sarebbe probabilmente come sostenere che una determinata marca di sigarette fa male, suggerendo di fumarne un'altra. Mentre i prodotti naturali basano la propria azione sull'odore sgradevole che essi hanno per gli insetti, i prodotti antiparassitari, più efficaci, (collari, soluzioni liquide o polverose) riescono a scacciare efficacemente pulci e zecche perché contengono piccole quantità di VELENI, sicuramente nociva per gli animali come per le persone che vengono a contatto con tali sostanze, che se l'animale vive in casa disperde nell'ambiente domestico. Ovviamente si tratta di piccole quantità, ma sono comunque prodotti nocivi, tanto che viene consigliato dopo il contatto di lavarsi accuratamente le mani. Dopo la somministrazione delle gocce antipulci, i cani possono avere persino febbri e astenia nelle ore e nei giorni successivi, fattore che ne evidenzia le caratteristiche sicuramente poco salubri. L'uso di antiparassitari dovrebbe esser limitato a quegli animali che vivono a stretto contatto con la natura, e quindi molto esposti al rischio di infestazione da parte di parassiti. Molto spesso invece, quando i cani vivono in città, e il contatto con l'erba dove rischiano di prendere le pulci è limitato, può essere un'ottima soluzione utilizzare i RIMEDI NATURALI: ne abbiamo parlato in un precedente articolo che ne illustra diversi. I rimedi naturali difficilmente funzionano per scacciare pulci e zecche già presenti su un animale, e in caso di infestazioni è necessario utilizzare (una tantum) i prodotti chimici, però funzionano in modo ottimale per la PREVENZIONE: personalmente ho auto-prodotto su indicazione di una amica un prodotto a base di acqua, alcol, aglio e citronella. La preparazione è molto facile: basta lasciare in infusione nell'alcool denaturato alcuni capi d'aglio triturati e citronella essiccata per 24 ore, dopodiché filtrare il liquido per togliere la citronella e i residui dell'aglio, e aggiungere una quantità di acqua pari alla quantità di liquido prodotto, da spruzzare sulle zampe del cane e sulla pancia tramite nebulizzatore spray prima di portarlo a spasso sull'erba.

PS: per evitare l'infestazione di pulci e zecche è buona norma evitare di condurre il proprio cane nei parchi specificamente riservati ai cani, frequentati ogni giorno da svariate decine di cani: in quei luoghi la concentrazione di pulci/zecche spesso è molto superiore alla media di un prato erboso "qualsiasi"...


Vedi I 10 migliori rimedi naturali per proteggere il cane dalle pulci

Di seguito l'articolo a cura del dottor Alessandro Prota Veterinario:
Le pulci sono un problema comune per i proprietari di cani. Gli antipulci possono aiutare a controllare le pulci, ma alcuni possono rappresentare un rischio per la salute del vostro animale domestico
o Il Fipronil è un pesticida che viene spesso utilizzato per il controllo delle termiti, esche scarafaggi e prodotti per il controllo delle pulci per gli animali domestici. Test di laboratorio hanno rivelato che gli animali che sono stati esposti a Fipronil soffrivano di comportamenti aggressivi e danni ai reni, e ha avuto un drastico cambiamento della funzione della ghiandola tiroidea. Fipronil è classificato come cancerogeno ed è stato trovato per causare il cancro della tiroide nei cani.
Secondo il Journal of Toxicology i cani che sono stati trattati confipronil per uso topico hanno un rischio maggiore di sviluppare cancro alla vescica. Uno studio di cani domestici che sono stati trattati con trattamenti topici delle pulci una o due volte l’anno ha dimostrato che hanno avuto un incremento del 60 per cento del rischio di cancro alla vescica.( Journal of the American Veterinary Association)


Effetti collaterali del Fipronil
 Danni al sistema nervoso – Fipronil è una neurotossina, provocando danni al sistema nervoso delle pulci. Può avere lo stesso effetto sul vostro cane, causando sintomi come convulsioni, spasmi del corpo, perdita di appetito, andatura instabile e altri effetti.
 Cancerogeno – Fipronil è stato dimostrato di provocare cancro alla tiroide nei cani. Per le sue qualità cancerogeni, è importante per la persona che applica il prodotto a lavarsi le mani accuratamente con sapone e acqua calda per rimuovere adeguatamente il prodotto dalla loro pelle.
• Danno d’organo – Le autopsie hanno mostrato un accumulo di Fipronil nel fegato e reni del cane, provocando un aumento del peso degli organi. Fipronil ha dimostrato di alterare i livelli di ormone secreto dalla Ghiandola Tiroidea.
• Infertilità – Fipronil è stato anche dimostrato di avere un effetto sulla fertilità del cane. Il suo utilizzo ha portato a dimensioni di cucciolate più piccole ,difficoltà nel concepimento, diminuzione di peso e aumento della mortalità nella prole
• Problemi cutanei -fipronil può causare irritazione alla pelle del vostro cane. Questa irritazione può andare oltre al semplice prurito con grattamento e conseguente formazione di ulcere e piaghe aperte.
Considerazioni
Al fine di evitare effetti negativi derivanti da antipulci, si raccomanda l’uso di pesticidi solo nei cani con grave infestazione da pulci,per brevi periodi. Se possibile, utilizzare alternative naturali come l’olio di Neem
DOTT ALESSANDRO PROTA
Chirurgo Veterinario Naturopata 

da alessandroprota.it



2 commenti:

stefaudio ha detto...

Gradirei che il Dr Prota esibisse lavori scientifici comprovanti la veridicità di quanto affermato.
In realtà "spulciando" la bibliografia scientifica al riguardo compare solo una pubblicazione che nega la cancerogenicità del fipronil:
http://avmajournals.avma.org/doi/abs/10.2460/javma.2004.225.389?journalCode=javma

Dr C. Stefanini,Medico Veterinario

Anonimo ha detto...

io comunque preferisco sempre i rimedi naturali......

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi