Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 2 luglio 2012
Leggo sull'inserto Sette del Corriere della sera di venerdi 8 giugno una strana intervista a cura di Vittorio Zincone  del venerabile maestro Umberto Veronesi, oncologo di chiara fama,  e mi vien fatto di pensare che la massoneria non esiste, ma i massoni sì. Essi sono vivi, lottano e sperano di configurare un mondo basato sul progresso continuo. Sono in un certo senso,  dei sacerdoti dell'ingegneria genetica. Soprattutto promuovono  un mondo basato sulla falsificazione del Bene con la B maiuscola. E' per il Bene che Umberto Veronesi asserisce infatti di preoccuparsi del "vissuto psicologico del cancro" divenuto a detta sua "ancora molto problematico". In particolare mi piace la frase: "il vissuto psicologico del cancro è ancora molto problematico". Mmmmh! Così il cancro avrebbe pure una sua vita piscologica.  Poi i "vissuti" gli prendono la mano e asserisce: "Combatto l'uso della parola cancro come metafora".
 Insomma, se ho ben capito dalla sua intervista la parola cancro, è bene non pronunciarla proprio. Uno la bandisce dal suo vocabolario e ...voilà...eccolo guarito come per incanto. "Fosse per me, non si dovrebbero più usare espressioni come "la mafia è il cancro del Paese". Per chi lotta contro i tumori, l'identificazione del cancro con "il male" è un problema". Lotta alle metafore, dunque.
 Ora sappiamo pure che Veronesi pretende una chemio  che neutralizzi la  parola "cancro" considerata  non medicalmente né clinicamente corretta.
La Veronesianschauung tocca molti altri argomenti tra i quali quello delle differenze biologiche tra uomo e donna e i loro rapporti sessuali. Alla domanda se l'uomo e la donna stanno cambiando, ecco che cosa risponde:
"Le differenze biologiche rimarranno sempre, ma andranno attenuandosi nel tempo. Non parlo di una mutazione, eh. Siamo in campo antropologico. E le cause del cambiamento sono semplici: all'inizio dello scorso secolo eravamo un miliardo, oggi, siamo sette miliari. E' difficile pensare che si possano fare più di due figli per ogni coppia". 
E fin qui ci può anche stare, ma poi si fa prendere la mano dalle mutazioni transgeniche. 
"Il tramonto delle donne che allevavano dai 10 ai 15 figli ha spinto il mondo femminile a occuparsi dell'attività pubblica. Con grandissimo successo. Contemporaneamente, l'uomo sta perdendo le sue caratteristiche maschili più rozze e tende a trasformarsi un una figura sessualmente ambigua. L'attrazione tra i due sessi si potrebbe attenuare di conseguenza".
Ci aspetta un futuro con meno sesso? gli chiede Zincone
"No, non con meno sesso. Si svilupperanno alte forme di sessualità". E alla domanda se cambieranno i modelli familiari risponde convinto: " Il matrimonio tra omosessuali è già accettato in molti Paesi. E sì certo, si aprono nuovi scenari (non necessariamente negativi) nei futuri assetti socio-familiari".

Nel mondo ridisegnato da Veronesi ci sono inoltre i cibi transgenici, l'appoggio al nucleare, gli Ogm, l'abolizione della carne ("un pericolo per l'ambiente: occorrono migliaia di litri d'acqua per produrre un chilo di carne", proclama l'oncologo) e pure il vegetarianesimo come scelta etico-animalista.  

Il suo romanzo di culto ?  L"Uomo senza qualità di Musil . Forse pensava all'Uomo con ambiguità.
Mi domando se Veronesi quando opera oltre al camice bianco, indossi anche lo scolapasta rovesciato in testa.  Un esempio di scienza medica al servizio dell'ideologia, nemmeno troppo singolare, dati i tempi che corrono.





7 commenti:

Lu_ssy ha detto...

E' possibile reperire l'intervista di Umberto Veronesi online? Penso che dovrei leggerla per intero prima di dire se sono d'accordo o no con l'interpretazione pubblicata qui.

Bellunopress ha detto...

Vittorio Zincone, quello che licenziò Montanelli dal Corriere della Sera...
il prof Veronesi, quello che affermò che dormirebbe tranquillo con le scorie radioattive sotto il letto...

themoga ha detto...

Alla sua età bisognerebbe levarsi dai coglioni... e senza troppe metafore!

Fabio ha detto...

Al servizio dell'ideologia? E di quale? Possibile che se uno ha delle idee un filino diverse dalla massa venga subito etichettato come "al servizio dei poteri forti"?
Sembra quasi che la libertà di opinione sia limitata e che i liberi pensatori siano solo coloro che la pensano come l'autore. :-(
Riguardo all'uso comune della parola cancro è chiarissimo ciò che dice Veronesi: usandola come metafora di tutto ciò che è male si induce il paziente a vivere la malattia peggio di come potrebbe.
"il vissuto pricologico del cancro" è chiaramente il vissuto del paziente.
Buona giornata!

AntoJohnny ha detto...

e pensare che son convinta di aver vinto la mia leucemia anche proprio perchè l'ho sempre chiamata col suo nome...

kiriosomega ha detto...

Non ho ben compreso cosa centri la massoneria con il rapporto sessuale e le future coppie, se esisteranno, secondo Veronesi, in maniera come le conosciamo, ma poco m'importa.
Desidero però significare che pur essendo certuni grandi nella conoscenza scientifica possono fidanzarsi, è ormai purtroppo ritenuto normale anche tra uomini, con il signor Alzheimer.
kiriosomega

Mike ha detto...

Perché hai usato un titolo mettendo in bocca a Veronesi una frase che, stando all'articolo stesso, non ha detto?
Nell'intervista dice "L'attrazione tra i due sessi si potrebbe attenuare di conseguenza" che è ben diverso da "L'attrazione tra uomo e donna sparirà"

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi