Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

domenica 22 luglio 2012

Editoriale a cura di Alessandro Raffa per nocensura.com

Non ne abbiamo mai sentito parlare da nessuna televisione o giornale, nessun politico o scienziato ha ritenuto di fornire spiegazioni ai cittadini su "cosa bolle in pentola" in questo ambito, ma la cosiddetta geoingegneria, votata alle modifiche atmosferiche e climatiche sono una realtà. Il giornale inglese Guardian ha pubblicato la mappa delle sperimentazioni di geoingegneria, che potete consultare QUI ad alta risoluzione. Vediamo di cosa si tratta, almeno secondo le fonti ufficiali.

GEOINGEGNERIA: ECCO COME CONTROLLANO LE PRECIPITAZIONI E MODIFICANO IL CLIMA: 
Dalla mappa emerge che l'Italia, così come tutto il resto dell'Europa, Stati Uniti e Canada sono le zone più interessate al fenomeno. Vengono condotti esperimenti volti a incrementare o ridurre le precipitazioni atmosferiche, operazioni di "solar radiation management" ovvero "gestione delle radiazioni solari" che consistono nel creare nubi artificiali capaci di "filtrare" i raggi del sole e ridurre le radiazioni, esperimenti di "air capture" che dovrebbero consentire di limitare la presenza di anidride carbonica nell'atmosfera (circa l'air capture approfondimenti, in inglese, qui, qui e qui) per limitare il global warming, ovvero il riscaldamento globale, e operazioni di ocean fertilization, che consistono nell'immettere nelle acque sostanze che favoriscono la crescita di alghe capaci di assorbire l'anidride carbonica man mano che crescono; (circa le operazioni di ocean fertilization puoi saperne di più, in inglese, qui e qui, l'ultimo link riporta a un documento dell'Unesco a cura dell'ONU)

ITALIA: PERCHE' RIDURRE LE PRECIPITAZIONI ATMOSFERICHE?
Nel nostro paese, stando a quanto riportato sulla mappa, sarebbero stati condotti esperimenti per ridurre le precipitazioni atmosferiche, di cui francamente non solo non ne comprendiamo l'utilità, visto che il nostro paese non è interessato a problemi dovuti alle eccessive precipitazioni, e anzi, in molte zone c'è persino carenza di acqua, anche grazie agli acquedotti che disperdono buona parte dell'acqua che trasportano: per citare un caso che conosco benissimo, in Val di Cecina, (provincia di Pisa), l'acquedotto che rifornisce la vasta zona (estesa circa 1/3 della provincia di Pisa) è ai "livelli di guardia" sin dai primi di Luglio, i Comuni sono corsi ai ripari con ordinanze che impongono limitazioni nel consumo idrico (regole per le innaffiature di giardini, il riempimento di piscine, etc.) e nel mese di Agosto in assenza di piogge il gestore del servizio idrico potrebbe esser costretto al razionamento, togliendo l'acqua ai cittadini per alcune ore della giornata; una situazione che sicuramente non costituirà un "caso isolato", in particolare nelle zone del sud, dove i problemi idrici sono una costante.

  • In che modo avvengono questi esperimenti? 
  • Quali sostanze vengono utilizzate? 
  • Chi gestisce questo tipo di operazioni?
  • E sopratutto, perché non sono state rilasciate informazioni in merito?

Sono domande più che legittime che appare naturale porsi dinnanzi a notizie di questo tipo. Ma in merito non sappiamo praticamente niente, almeno dai canali ufficiali; Sappiamo solo che sui nostri cieli vengono condotti esperimenti. Viene da pensare che questi esperimenti possano essere direttamente collegati al fenomeno delle "scie chimiche" le famose chemtrails di cui tanto sentiamo parlare sul web, alla quale sono dedicati interi siti web, il più famoso in Italia è tankerenemy.com, che recentemente è finito nel mirino della magistratura: "un tentativo di tapparci la bocca" secondo il gestore Rosario Marcianò, a cui dobbiamo dare atto di avanzare osservazioni interessanti, basate su dati oggettivi.

La questione scie chimiche sul web è molto discussa, e appassiona milioni di persone in tutto il mondo. La segretezza e la poca trasparenza con la quale vengono gestiti i progetti di geoingegneria contribuiscono ad alimentare teorie del complotto che talvolta appaiono molto fantasiose, come quelle secondo il quale le scie chimiche sono una strategia per l'avvelenamento globale, o per la riduzione della popolazione mondiale. 
Tra l'altro, per conseguire questi obiettivi, probabilmente non avrebbero alcuna necessità di irrorare nei cieli sostanze tossiche, potrebbero farlo in molti altri modi, magari più selettivi, visto che eventuali veleni irrorati nei cieli sono respirati anche da loro. Che invece siano irrorate nei cieli sostanze chimiche, probabilmente nocive per la salute, con lo scopo di modificare e/o controllare il clima, appare sicuramente più probabile. Quando ci sono in ballo interessi economici, sappiamo bene come la salute pubblica sia sacrificabile: l'uso di combustibili derivati dal petrolio su larga scala, che potrebbero esser facilmente sostituiti, nonché le numerose industrie ad alto impatto inquinante ne sono una prova tangibile.

I cittadini hanno il diritto di conoscere quali esperimenti avvengono sopra le loro teste, e le autorità dovrebbero chiarire la situazione, fornendo dettagliate spiegazioni. 

In passato sono state presentate diverse interrogazioni parlamentari, sia in Italia che in Europa, sul fenomeno delle scie chimiche: l'ultima l'ha presentata l'Onorevole Scilipoti nel Febbraio del 2011 ma non sono mai state fornite spiegazioni convincenti. La mappa pubblicata dal Guardian potrebbe essere un ottimo spunto di partenza per una nuova interrogazione, dopotutto l'autorevole testata inglese, da qualche parte avrà avuto queste informazioni...



Alessandro Raffa per nocensura.com


2 commenti:

Anonimo ha detto...

mmmmmmm, io sono di giugliano, napoli, e le scie ci sono anche cui, una volta mi capitò di osservare una di queste scie qualunque lasciate da un aereo che non sembrava per il trasporto di persone, dopo un decina di minuti rimasi stupito dalla comparsa, dal nulla del cielo azzurro, macchie bianche di nuvole, che si estendevano sempre più, da allora son certo che in cielo, qualcuno stia facendo qualcosa che nessuno vuole sapere

Pdl Buti ha detto...

Cari amici della rete, cerchiamo di fare informazione, sviluppando una coscienza ecologica per il futuro della ns. Madre Terra e pertanto dei ns. bambini che ci ringrazieranno, perché abbiamo mangiato il loro futuro.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi