Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 7 gennaio 2012
L'articolo "Mangia sushi da una vita, gli trovano il cervello infestato da larve" riportato da numerosi siti web si è rivelato essere una BUFALA, come chiarisce l'articolo di "Daily Wired" che pubblichiamo di seguito; 

Il signor Sciota Fujiwara, impiegato giapponese, ha una grande passione per il sushi. Lamenta forti emicranie che beffano anche gli specialisti, incapaci di diagnosticarne le cause. Solo un intervento esplorativo, con apertura del cranio, rivela l'agghiacciante verità: il signor Fujiwara ha il cervello infestato da un'incredibile quantità di vermi provenienti dal pesce crudo di cui è ghiotto.

Questa storia è accompagnata, e apparentemente autenticata, da fotografie impressionanti di un uomo in sala operatoria, privo della calotta cranica e con il cervello a vista. Nella materia grigia si scorgono gruppi di granelli che hanno effettivamente l'aria di essere vermi.

La vicenda è pubblicata (insieme alle foto in questione, che vi risparmio) da vari siti di notizie, come Express NewsPravda.ru e Newscheblog. La riportano anche vari siti e forum, come Centopercentoanimalisti e Nibiru2012.it, e l'orripilato passaparola via mail è intenso.


Anche all'estero la raccapricciante vicenda è molto popolare, come rivela una ricerca in Google per il nome “Shota Fujiwara”, e le potenziali conseguenze del diffondersi di questo allarme sono evidenti:“Non oso immaginare la crisi che stanno per affrontare i ristoranti giapponesi, che credo che d'ora in poi avranno sicuramente meno gente,” scrive Laura Sangalli su Newscheblog.it.

Ma la storia, nonostante le foto autentiche, è una bufala che rischia di causare allarmi ingiustificati e danni economici al settore della ristorazione basata sul pesce crudo. Infatti le immagini si riferiscono a una situazione medica che non c'entra nulla con l'ingestione di pesce, come raccontaSnopes.com, che ha snidato l'origine delle foto.

sushi larve cervello 126x150 Mangia sushi da una vita, gli trovano il cervello infestato da larveLe immagini risalgono al 2002 e si riferiscono a un settantacinquenne colpito da una particolare forma di cancro che gli aveva eroso la sommità del cranio; l'uomo non aveva chiesto aiuto medico perché non sentiva dolore. Fu portato in traumatologia allo Stanford University Hospital, in California, in seguito a un lieve incidente stradale e in quell'occasione gli furono rilevate una grande lesione craniale e una miasi cerebrale: un'infestazione di larve di mosca nel cervello. Le larve furono rimosse, ma il paziente rifiutò ogni trattamento ulteriore e morì tre mesi più tardi, secondo il resoconto pubblicato dalla rivista medica Neurosurgery a luglio del 2007 (Cerebral myiasis associated with angiosarcoma of the scalp: case report).

Le foto ritraggono dunque una vera (rarissima) infestazione cerebrale, ma di larve di mosca, non di parassiti presenti nel sushi o nel pesce crudo in generale, e non riguardano un impiegato giapponese ma un residente negli Stati Uniti. Come sono avvenute queste alterazioni? Presumibilmente la spiegazione sta in un pizzico di razzismo latente e nel desiderio di attribuire alla vicenda una connotazione morale: l'ambientazione viene spostata in Giappone per evocare il diverso che viene punito dal consumo dei propri cibi esotici e bizzarri e per metterci in guardia contro i pericoli di chi abbandona il cibo tradizionale in favore di piatti strani e stranieri. Come spesso accade, le leggende metropolitane e le bufale sono uno specchio dei tempi.

Va detto che le infezioni di parassiti dovute al consumo di pesce crudo non sono bufale. Le larve d ianisakis, per esempio, possono essere presenti nel pesce non cotto in generale: quindi non solo nel sushi, ma anche nel pesce conservato sotto sale o marinato e in altri piatti a base di pesce crudo. Tuttavia non causano infestazioni cerebrali, ma dolori addominali molto acuti e reazioni allergiche. Inoltre, a costo di rovinarvi il cenone di fine anno, va ricordato che i parassiti possono annidarsi anche in altri alimenti (per esempio carne di maiale e di manzo): a questo servono le norme d'igiene e i controlli sanitari. Scegliete dunque un ristorante che dia garanzie in tal senso, senza condannare in partenza quelli giapponesi sulla base di una bufala. Buon anno e buon appetito.



Condividi su Facebook

3 commenti:

Sgtpepper ha detto...

Peccato che anche l'intestazione facebook del Vostro articolo sia mistificatoria e scorretta: "nocensura.com: Mangia sushi da una vita, gli trovano il cervello infestato da larve".
E così sfruttate il potere della bufala in se per ottenere visualizzazioni.

Adduso ha detto...

I casi, spesso riportati dalla cronaca scientifica, si riferiscono solitamente a parassiti. Ma quando un pesce nuore, i batteri migrano nei tessuti per sopravvivere, nell'attesa che qualcun'altro lo divori, e così potersi riprodurre nel nuovo ospite, che sia altro pesce, animale o uomo, per loro non fa differenza. Anzi, nell'uomo trovano pure un ambiente più caldo e nutriente. Così certi parassiti, come ad esempio la tenia, che s’impianta poi dal pesce crudo all’intestino degli animali e dell’uomo e può raggiungere lunghezze anche di 20 metri. Peraltro certi parassiti acquatici sarebbero tra i più letali. Il pesce, come anche la carne, si mangiano cotti. I nostri antenati lo hanno scoperto ed apprezzato un milione di anni addietro. Oppure dopo uno specifico trattamento a temperature di circa -20 gradi per alcuni giorni.

Anonimo ha detto...

avrei preferito che la storia fosse stata vera così forse la gente avrebbe smesso di mangiare il tonno che è in via di estinzione.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi