Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 23 gennaio 2012



Camp Lejeune, 1.000.000 di persone a rischio cancro

La redazione di ComeSanTommaso, leggendo oggi una fonte Iraniana, è venuta a conoscenza di un avvenimento a nostro parere sconcertante. Sembra infatti di dedurre che le alte cariche dell’esercito Americano non abbiano poi troppo a cuore la salute dei loro soldati.
 
Sembrerebbe infatti che nella base di Camp Lejeune, la piu’ grande base del Nord Carolina, sia avvenuto per un periodo molto prolungato una contaminazione delle falde acquifere dovuta alla fuoriuscita massiccia e costante di carburante.
 

Le acque inquinate sembrano aver causato la morte a numerosi individui, militari e civili al seguito. Si ipotizza che il suddetto problema fosse gia noto tra il 1957 e il 1987, periodo nel quale Marines e famiglie avrebbero usufruito del servizio idrico per bere e lavarsi.
 


Ma le alte cariche di Camp Lejeune sembra abbiano omesso qualsiasi tipo di notifica ai diretti interessati, famiglie comprese, sostenendo che non sarebbe stata cosa facile rendere noto il tutto ad un numero di persone che oscilla tra i 750.000 e il milione, lasciando che (ad oggi) un numero imprecisato di funzionari ed ex residenti abbiano dovuto lottare con cancro e varie gravi patologie senza ricevere spiegazione alcuna.
 

Insomma, un bel ringraziamento verso chi è disposto a morire per la patria.....

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Dal sito di Camp Lejeune e dai blogger che si occupano del caso risulta, al contrario, che è stata data informazione e pubblicità. Il problema ha origine dal materiale delle tubature, dagli sversamenti di un'azienda di lavaggio situata fuori dalla base e dalla falda molto superficiale. Certo che le notizie di fonte iraniana sono attendibili, eh?

Anonimo ha detto...

Siamo sicuri che non sia invece il sito iraniano a dire la verità, mentre le fonti USA cercano di minimizzare?

Anonimo ha detto...

Caro aninimo (il primo intendo) devo dire che sono sorpreso, e molto..... non sto a sindacare sull'attendibilita' delle fonti iraniane am mi chiedo, siamo poi cosi sicuri che le fonti ufficiali siano esattamente imparziali e veritiere??? non ti dice niente la Tepco in Giappoe???

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi