Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

giovedì 6 ottobre 2011

Zbigniew BrzezinskiGrazie ad un interessante articolo di freebooter tradotto da Barbara Cloro ho scoperto che Zbigniew Brzezinski, uno degli uomini più potenti del mondo, consigliere guerrafondaio del presidente Carter in un periodo in cui il partito democratico degli USA sembrava un po' restio ad intraprendere azioni di guerra, è stato uno dei dirigenti di Amnesty International! La notizia è confermata anche da wikipedia inglese (noto sito che rifugge dal denunciare le cospirazioni) e da encycl.opentopia.
Ma guarda un po', un'associazione che dovrebbe in teoria puntare il dito contro l'imperialismo degli Stati Uniti e delle altre potenze, colpevoli di esportare guerra e tortura in tutto il mondo, che viene diretto proprio da uno dei più influenti e potenti guerrafondai del mondo. Come dare credito ancora ad Amnesty International se viene gestita dagli stessi poteri che dovrebbero contrastare? E come fare a non complimentarsi con l'astuzia dei nostri leader mondiali che quando organizzano guerre, violenze, inquinamento e devastazioni ambientali, si preoccupano di creare e/o dirigere essi stessi le associazioni che dovrebbero opporsi a tutto questo?
Da tempo avevo poca fiducia in Amnesty International, sia perché ho frequentato una loro sede dove ho trovato lo stesso spirito che anima le associazioni di dame della carità, sia perché di fronte alle ripetute violazioni dei diritti umani perpetrate nei reparti psichiatrici di tutto il mondo, e nonostante le denunce a loro pervenute a riguardo, non hanno mai mosso un dito. I diritti umani a quanto pare Amnesty International li difende solo quando vuole lei ... o forse quando vuole qualcun altro che tira le fila di tale organizzazione.
Del resto se Amnesty non interviene sulla sistematica violazione dei diritti umani in campo psichiatrico non è per mancanza di tempo, tanto è vero che tale associazione si occupa persino di cose che con la sua attività statutaria non c'entrano niente, come la fantomatica lotta all'AIDS ( http://www.dsi.unipd.it/documenti/Salvan240507.pdf ) che Amnesty promuove niente meno che assieme all'UNICEF (una costola di quell'ONU che ha legittimato il massacro del popolo libico ad opera del suo braccio armato, la NATO) accogliendo fondi per “curare” madri e bambini (il cui stato di malattia è per altro supposto su basi scientifiche inconsistenti) con farmaci a dir poco spaventosi.
Questa storia dovrebbe insegnare che chi comanda ed usa la tortura crea le associazioni che denunciano la violazione dei diritti umani affinché protestino solo quando lo permette chi sta al potere.
Alla stessa maniera abbiamo già visto che le associazioni ambientaliste sono state create affinché protestino solo quando lo permette chi sta al potere ed evitino di protestare in altre occasioni; che i torturatori di animali hanno creato/manipolato le associazioni animaliste affinché si oppongano alla vivisezione ma non all'impianto del microchip ed alle scie chimiche che stanno sterminando intere famiglie di animali; che le potenze guerrafondaie hanno creato/manipolato le associazioni pacifiste affinché distraggano i pacifisti dalla campagne più importanti o perché li portino a fare solo inutili manifestazioni di piazza che non fanno crescere la coscienza popolare.
Se non ci credete provate a scrivere a tali associazioni e vedrete che razza di “risposte” vi danno. L'ultima che ho contattato su due domande semplici e concise ha risposto alla prima ed ha evitato di menzionare la seconda. La seconda era ovviamente sul (mancato) impegno degli animalisti e antivivisettori riguardo alle scie chimiche.





Condividi su Facebook

1 commenti:

lauram ha detto...

caro o cara non so chi sia tu prima di scrivere falsità cerca di documentarti anche perchè questa notizia è falsa. sostengo AI da anni e so come lavora,a proposito quale sede hai visto? sputare così sul lavoro di centinaia di attivisti è veramente pazzesco. in merito al guerrafondaio...su wikipedia inglese l'accostamento di questo signore ad AI è riportato come "citation needed" quindi da verificare e probabilmente falsa. quindi prima di scrivere certe cose assicurati che la fonte sia corretta. internet è pieno di bugiardi e dissacratori spero che il tuo blog non voglia fare parte di questa schiera anche perchè altri articoli riportati mi sono sembrati molto interessanti, ti pregherei quindi di fare più attenzione a ciò che pubblichi. per quanto riguarda le varie onlus e il loro operato, conosco benissimo l'argomento e fare di tutta l'erba un fascio mi sembra azzardato. in più occasioni green peace o legambiente sono andati contro tutti pur di portare avanti i loro progetti di difesa dell'ambiente e certamente non credo che tutti quelli che ne fanno parte possano essere tacciati di appartenenere alle logiche delle multinazionazionali o di fare il loro gioco. per quello che vale io continuerò a credere che per cambiare il mondo bisogna farlo dall'interno e non stando sulla luna...come diceva Peter Benenson è meglio accendere una candela che maledire il buio.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi