Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

mercoledì 7 settembre 2011

In lavori precedenti dello stesso team di fisici teorici, hanno mostrato che i mantelli dell’invisibilità sono fattibili.


Ora, in un altro rapporto che suona come se uscisse dalle pagine di un libro di Harry Potter, l’Università di St Andrews, una squadra di ingegneri ha creato un’incredibile effetto di levitazione con la forza della natura, che normalmente provoca per far stare insieme gli oggetti.
Il Professor Ulf Leonhardt e il dottor Thomas Philbin, presso l’Università di St Andrews in Scozia, hanno elaborato un modo per invertire questa fenomeno, conosciuto come la forza di Casimir, in modo tale da respingere invece che attrarre.
La loro scoperta potrebbe infine portare alle micro-macchine senza attrito con parti mobili che levitano. Ma si dice che, almeno in linea di principio, lo stesso effetto potrebbe essere usato per far levitare gli oggetti anche più grandi, anche una persona.


La forza di Casimir è una conseguenza della meccanica quantistica, la teoria che descrive il mondo degli atomi e delle particelle subatomiche che non è solo la teoria di maggior successo della fisica, ma anche la più sconcertante.
La forza è dovuta non alla carica elettrica o gravità, per esempio, ma dalle fluttuazioni di campi di energia nel vuoto tra lo spazio intermedio degli oggetti, ed è una ragione che fa stare insieme gli atomi, e spiega anche un “collante” che permette a un geco di camminare su un soffitto.
Ora, usando una lente speciale di un genere che è già stato costruita, il professor Ulf Leonhardt e il dottor Thomas nel rapporto Philbin nel New Journal of Physics, possono creare la forza di Casimir per respingere piuttosto che attrarre.
Poiché la forza di Casimir causa problemi per le nanotecnologie, stanno cercando di costruire circuiti elettrici e piccoli dispositivi meccanici su chip di silicio, tra le altre cose, la squadra di scienziati, crede che il dispositivo potrebbe essere inizialmente utilizzato per impedire che gli oggetti piccoli si attacchino gli uni agli altri.
Il prof Leonhardt ha spiegato: la forza di Casimir è la causa ultima di attrito nel nanomondo, in particolare in alcuni sistemi microelettromeccanici.
Tali sistemi già svolgono un ruolo importante – ad esempio piccoli dispositivi meccanici che innescano un auto airbag per gonfiare, o quello di poter creare un piccolo “laboratorio su chip” dispositivo utilizzato per testare farmaci o analisi chimiche.
Micro o nano macchine potrebbero funzionare meglio e con meno, o nessun attrito, se si può manipolare la forza. “Anche la possibilità di far levitare oggetti grandi come esseri umani”. Gli scienziati sono molto lontani a sviluppare la tecnologia per tali prodezze, ha detto il dottor Philbin.
Gli aspetti pratici di progettazione per fare questo sono scoraggianti, ma non impossibili, e la levitazione “potrebbe succedere su una certa distanza di tempo”.
Il prof Leonhardt conduce una delle quattro squadre – tre delle quali in Gran Bretagna – e di aver proposto una teoria in una rivista peer-reviewed, per ottenere l’invisibilità facendo deviare la luce intorno a un oggetto – proprio come un fiume scorre indisturbato attorno ad una roccia liscia.
Friday 02 September 2011
Article by Roger Highfield, Science Editor at the telegraph.co.uk
Date: August 6th, 2007.





Condividi su Facebook

2 commenti:

DivaLucti ha detto...

lEvitazione, al massimo

Anonimo ha detto...

fanno lIevitare le nanotecnologie? comunque molto interessante :D

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi