Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura


Servono 1.000.000 di firme per mettere renzi e soci con le spalle al muro, con una legge di iniziativa popolare. Il comitato promotore ha raccolto 850.000 firme, tra web e dal vivo, i media non ne parlano e non ne parleranno, per evitare imbarazzi a Renzi, che sarebbe in difficoltà a dire NO alla cancellazione del vitalizio a corrotti, mafiosi e affini... vogliamo continuare a dire "tanto non cambia niente" - "tanto non serve a niente" o ci iniziamo a muovere per ottenere ciò che esigiamo? Una semplice firma conta più di quanto sembra. Grazie ai referendum non ci hanno imposto il nucleare, anche se c'è da dire che quello sull'acqua è stato disatteso... e più ne disattenderanno, più la gente aprirà gli occhi... calano i consensi e convincere la gente è sempre più difficile per loro... FIRMATE!!!
venerdì 25 febbraio 2011
E' successo in Italia, al Policlinico San Matteo di Pavia. Dopo un test genenetico predittivo che "prevedeva" che prima o poi si sarebbe ammalata di cancro al seno, una donna ha deciso per una mastectomia bilaterale.
La madre era morta di cancro, la sorella si era ammalata due anni prima (ma poi era guarita), lei invece si è sottoposta ad un "test genetico" ed è risultata "positiva". Significa che, dagli esami, secondo la scienza attuale e i medici, prima o poi si sarebbe potuta ammalare. Ha fatto una scelta. Per non rischiare di ammalarsi di cancro al seno si è sottoposta alla asportazione dei due seni. Da sana, ovviamente. Raccontano le cronache che l'11 febbraio questa donna ha deciso di rinunciare ai suoi seni sani sostituendoli con una ricostruzione che ne conserva cute e capezzoli, grazie ad una tecnica chirurgica particolare e "mini invasiva". L'intervento è stato eseguito al Policlinico San Matteo di Pavia.
Il fatto che si incomincino ad eseguire interventi "preventivi" dopo "test genetici" deve far riflettere perché potrebbe portare il nostro modo di pensare la medicina e la scienza medica in funzione "predittiva" come ne "Il mondo nuovo" di Aldous Huxley. Una conseguenza naturale di questo trend potrebbe essere infatti, come prevedono gli esperti con una certa preoccupazione (se non orrore), una selezione "genetica" dei nuovi nati, proprio in base alle "predizioni genetiche". La cosa non scandalizza neppure più tanto, ed è questo il pericolo. Considerare l'attendibilità di un test come "fatale" e dalle conseguenze "ineludibili" porta ad una "religiosità scientifica" estremamente pericolosa. Come dicevano i nonni 1.0 è inutile "fasciarsi la testa prima di essersela rotta", anche se lo prevede un test.

fonte

Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi